Più di mille persone vivono in “baracche o roulotte”

Nel 2001 erano 135. Il dato risente della nuova modalità di consegna dei moduli ma resta tuttavia «una spia negativa del contesto economico»

Sono 1.126 le persone della provincia di Varese che nel 2011 hanno dichiarato di vivere in "baracche, roulotte o tende". Nel 2001 non erano nemmeno un terzo di questo valore (erano 135). Un aumento vertiginoso che balza agli occhi tra i risultati provvisori del quindicesimo Censimento Istat della popolazione diffusi questa mattina in Prefettura. «Il dato in questione è però da analizzare con attenzione – precisa Lia Coniglio, responsabile territoriale dell’Istat -. Il censimento fino all’ultima edizione veniva consegnato manualmente e probabilmente molte famiglie in queste condizioni non erano intercettate. Con l’invio tramite posta siamo riusciti a raggiungere più cittadini. Detto questo, è evidente che il dato è elevato e rappresenta una spia negativa del contesto economico e sociale». Una spia che si è accesa anche a Varese dove su oltre 35mila abitazioni sono ben 135 quelle che sono state classificate come baracche, tende o roulotte: «Nel 2001 non erano nemmeno 50 – ha aggiunto Silvia Carabelli rappresentante dell’ufficio statistica del Comune – il numero è quindi quasi triplicato. Tuttavia questo può essere dovuto anche a un metodo diverso nella consegna dei moduli, gli altri dati del censimento ci permetteranno di approfondire l’indagine».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.