Porfidio: “Busto non ha una commissione paesaggio”

L'ex-consigliere attacca l'assessore Reguzzoni prendendo spunto dall'interrogazione di Cornacchia: "Il parere sull'impatto paesistico è obbligatorio per il recupero sottotetti". Reguzzoni: "Nessun obbligo, la commissione arriverà col pgt"

Busto non ha una commissione per il paesaggio e l’ex-consigliere de La Voce della Città Audio Porfidio si domanda se «le pratiche urbanistiche per il recupero dei sottotetti già avviate siano da ritenersi annullabili». Secondo Porfidio, infatti, la legge regionale in materia affida a questa commissione la funzione di rilascio obbligatorio delle autorizzazioni paesaggistiche e di irrogazione di sanzioni nonchè il giudizio di impatto paesistico dei progetti di recupero abitativo dei sottotetti definito dallo stesso esponente «vero punto dolente delle nostre città perchè tali interventi incidono sull’aspetto esteriore dei luoghi e degli edifici esistenti». La richiesta di chiarimento de "La Voce della Città" giunge a pochi giorni dall’ultimo consiglio comunale nel quale il presidente del Consiglio Comunale Diego Cornacchia (Pdl) aveva presentato un’interrogazione in tal senso all’assessore alla partita Giampiero Reguzzoni chiedendo il perchè della mancanza di questa commissione a Busto. 

«A parte lo sconcerto della superficialità della componente politica nel sorvolare scientemente ad un’incombenza legislativa senza nemmeno porsi il problema di correre ai ripari a questo punto i cittadini si chiedono se le opere già autorizzate, ma rientranti nel suddetto omesso parere obbligatorio, debbano comunque ritenersi nulle in attesa dell’avvio del nuovo procedimento». Secondo Porfidio, infine, si tratterebbe «dell’ennesimo pasticciaccio che conferma l’inconsistenza di questa giunta comunale che naviga a vista senza una meta precisa ma che riversa sulle spalle dei cittadini gli oneri di una cattiva organizzazione interna».

«Quello che dice Porfidio non è vero – ribatte l’assessore Reguzzoni – come ho già avuto modo di spiegare in consiglio comunale, rispondendo all’interrogazione del presidente del Consiglio, la commissione paesaggio non è obbligatoria. E’ vero che la legge regionale fa sparire la commissione edilizia e crea la commissione paesaggio ma abbiamo ottenuto dal Pirellone la possibilità di andare avanti con l’attuale commissione edilizia in quanto abbiamo due esperti ambientali riconosciuti al suo interno fino a quando non verrà approvato il nuovo pgt con i nuovi regolamenti che introdurranno la commissione paesaggio. Tranquillizzo il buon Porfidio e i cittadini: non verrà annullata alcuna pratica edilizia in quanto ognuna di esse è già munita di una scheda paesaggistica».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.