Ricicla i soldi di una truffa su internet, la polizia la becca

L’episodio si è verificato nel primo pomeriggio di ieri 6 luglio. Una ragazza di 25 anni è stata denunciata per riciclaggio di denaro

Poco prima, al Commissariato della polizia di stato era giunta una segnalazione dei colleghi della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Verona, ai quali si era presentato un professionista operante nella città scaligera che si era accorto, consultando il proprio conto corrente bancario on line, di un bonifico per alcune migliaia di euro effettuato a vantaggio di una persona e su un conto, acceso in una banca di Busto Arsizio, del tutto sconosciuti. Gli investigatori del Commissariato, ipotizzando che il beneficiario disonesto avrebbe cercato a breve di incassare la somma, si sono appostati nei pressi della filiale dove in effetti, poco dopo, si è presentato l’intestatario del conto, una donna di circa 25  anni residente in un comune dell’area della Malpensa. 

Nei suoi confronti, d’intesa con il Pm Della Procura della Repubblica di Busto Arsizio Dottoressa Nadia Calcaterra, vista anche l’incensuratezza è scattata la denuncia a piede libero per il riciclaggio del denaro provento dei reati di frode informatica ed accesso abusivo ad un sistema informatico. 

Si tratta di un classico esempio di “phishing”, tecnica criminale che prevede la captazione fraudolenta di codici di accesso ad un sistema informatico ed il loro successivo utilizzo per l’intrusione nello stesso allo scopo di sottrarre denaro. 

Non di rado il cervello di queste operazioni si trova all’estero e, sempre utilizzando il web, trova e coinvolge complici in Italia che, in cambio di una percentuale sui guadagni illeciti, si assumono il rischio di percepire direttamente la somma sottratta alle vittime e di riciclarla  inviandola all’organizzatore della truffa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.