Risorse umane, una “nuova laurea” per imparare a gestirle

Parte un nuovo percorso della Laurea Magistrale in Economia Aziendale e Management

Human Resources sotto la lente d’ingrandimento all’Università Cattaneo, con nuovo percorso della Laurea Magistrale in Economia Aziendale e Management dedicato proprio al Management delle Risorse Umane, al via con il prossimo anno.
Una novità che si caratterizza sia per contenuti e approccio che per una prestigiosa partnership, ovvero quella con AIDP (Associazione Italiana per la Direzione del Personale).
«Sono tante le sfide che impegnano le aziende di oggi nella gestione delle persone come fattore strategico, basilare per la propria stessa competitività – spiega il professor Gianfranco Rebora, Ordinario di Organizzazione Aziendale alla LIUC – Università Cattaneo e coordinatore del percorso – si pensi solo all’impatto delle nuove tecnologie sui processi lavorativi, alla formazione e sviluppo continuo di competenze, alle problematiche della sicurezza e del benessere organizzativo, ai cambiamenti del mercato del lavoro e delle norme che regolano i rapporti contrattuali, ecc. Occorre quindi sempre di più formare professionisti della gestione delle risorse umane che siano dotati delle necessarie competenze specialistiche e trasversali».
Da una riflessione su questa esigenza, insieme ad AIDP, nasce questo nuovo percorso, che offre una preparazione di base ideale per giovani motivati a impegnarsi nell’area delle risorse umane: su queste fondamenta, il percorso innesta un lavoro intenso su strumenti e sistemi operativi, dalle tecniche di selezione all’analisi e valutazione delle competenze, anche in ottica di laboratorio applicativo. In modo che lo studente possa affacciarsi sin dall’esperienza in università ad un mondo affascinante e in continua evoluzione. 
«Sosteniamo con convinzione – spiega Paolo Iacci, Vicepresidente Nazionale AIDP – questo percorso di laurea perché innovativo nell’anticipare all’interno del normale iter universitario le specificità delle tematiche HR normalmente appannaggio della formazione post universitaria. Siamo certi infatti che il capitale umano sia la chiave di volta per affrontare le nuove dinamiche del mondo del lavoro e consci dell’importanza strategica del fornire questi strumenti fin dalla laurea magistrale».
Tra gli insegnamenti previsti dal piano di studi: Diritto del lavoro e relazioni sindacali, Organizzazione e Gestione delle Risorse Umane, Leadership, Competenze e sviluppo organizzativo, Sistemi operativi di gestione del personale, Corporate Governance, Change management. Gli sbocchi professionali previsti riguardano attività come selezione, formazione, organizzazione e sviluppo, amministrazione delle risorse umane, relazioni sindacali, funzioni di programmazione, progettazione, gestione e monitoraggio di interventi di politica del lavoro, orientamento e avviamento al lavoro, outplacement, ecc. Tutto questo nell’ambito di organizzazioni produttive private e pubbliche, istituzioni pubbliche e private che operano nel mercato del lavoro, organizzazioni di rappresentanza degli interessi economici (organizzazioni sindacali dei lavoratori e degli imprenditori, Camere di commercio) e settore libero-professionale e consulenziale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.