Samarate dedica un parco alle vittime dell’incidente di Linate

Nello scontro tra due aerei sulla pista dell'aeroporto milanese, l'8 ottobre 2001, morirono anche due giovani samaratesi: anche a loro sarà dedicato il parco all'ingresso da Gallarate

Samarate avrà un parco dedicato alle vittime della tragedia di Linate del 2001: domenica 15 luglio la città inaugura il parco "8 ottobre 2001", per ricordare i suoi due giovani concittadini che persero la vita sulla pista dell’aeroporto di Milano Linate, ma anche in segno di riconoscimento del grande impegno per la sicurezza del trasporto aereo e dei voli del Comitato "8 ottobre per non dimenticare".  Furono ben 118 in totale le vittime di una delle stragi aeree più gravi verificatesi in Italia, le cui vittime sono oggi ricordate anche da vie, piazze e parchi in giro per l’Italia, anche come monito forte e consapevole al rispetto delle norme di sicurezza (nella foto: il parco di Bresso). Anche la Città di Samarate non vuole dimenticare e dedica a Laura Fogliani e Roberto Gatti – i due giovani di 28 e 34 anni scomparsi nell’incidente – il bel Parco all’ingresso della città venendo da Gallarate. «Il disastro di Linate, con un bilancio finale di 118 vittime è il più grave incidente aereo mai avvenuto in Italia» dice il sindaco Leonardo Tarantino. «Anche Samarate ha perso due suoi concittadini: domenica 15 luglio vogliamo ricordare tutti»

Il programma della cerimonia:
alle ore 10.45 il ritrovo sul Sagrato della S. Chiesa Parrocchiale di Verghera
alle ore 11.00 la celebrazione della S. Messa
alle ore  12.00 il corteo istituzionale alla volta del Parco di Via Monte Santo angolo Via Locarno
alle ore 12.15 l’inaugurazione del Parco "8 ottobre 2001" con la scopertura del monumento
I cori e le Bande Cittadine animeranno tutta la cerimonia. La Santa Messa sarà concelebrata da Monsignor Luigi Stucchi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.