Servizi e un progetto sociale per la “nuova Sciarè”

La parte del quartiere tra via Olona e via Vigorelli è cresciuta notevolmente in anni recenti: il Comune sta pensando a come usare gli spazi della "palazzina polifunzionale" e a creare aggregazione, anche intorno al Centro Sportivo Vigorelli

Da un lato le palazzine moderne, con nuovi residenti arrivati da altri quartieri e da altri Comuni, dall’altro i pochi, vecchi condomini anni Sessanta: sono i due aspetti della parte più periferica di Sciarè, quella che si allinea tra la lunga via Olona e le strade laterali, via Vigorelli e via Fratelli Bronzetti. La zona è cresciuta molto in anni recenti e Comune sta pensando a quali servizi inserire nel quartiere, ma anche a creare progetti sociali in grado di far dialogare vecchi e nuovi residenti, anziani e giovani, italiani e famiglie venute da Paesi stranieri.

Su tutto, c’è un nuovo progetto per la Palazzina Polifunzionale di Sciarè, un piccolo complesso di bassi edifici realizzato proprio all’incrocio tra via Olona e via Vigorelli. In origine c’era l’idea di spostare qui la farmacia comunale, che invece oggi sta in via Cattaneo, a due passi dalla chiesa e dai condomini della parte storica di Sciarè: «Ma oggi è in una posizione più centrale per il quartiere, non avrebbe senso spostarla» ha spiegato in commissione bilancio, pochi giorni fa, l’assessore ai servizi sociali Margherita Silvestrini. E dunque cosa ci si mette nella nuova Palazzina servizi? Una prima idea c’è già: «Lo Spazio Giovani del Comune ha bisogno di una sede, perché la 3SG-Camelot che oggi ospita ha bisogno dello spazio per ampliare il servizio di hospice» ha spiegato ancora Silvestrini. «In aggiunta a questo c’è l’idea di inserire i servizi educativi, con gli educatori giovanili». In questo senso, anche nell’assemblea di quartiere di venerdì 29 giugno sono arrivate alcune indicazioni in questo senso, visto che il parchetto pubblico realizzato nella zona è frequentato da adolescenti e giovani da coinvolgere. Nella stessa struttura all’incrocio tra via Vigorelli e via Olona c’è anche l’intenzione di inserire «un servizio che fino ad oggi a Gallarate non c’era, lo Spazio Neutro», vale a dire lo spazio dove i genitori separati e in situazione di conflittualità potranno incontrare i propri figli.

Sempre nel corso dell’assemblea di quartiere organizzata dal Comune venerdì scorso, poi, «da parte di alcuni residenti della zona è venuta la disponibilità a costruire un percorso di cogestione» spiega l’assessore alla partecipazione Cinzia Colombo. «Naturalmente è un percorso ancora da costruire». C’è anche da dire che c’è l’interesse di alcune associazioni per avere una sede nella zona, un’ipotesi che comunque si cerca di far coesistere negli spazi.  Nel complesso, in ogni caso, la Palazzina potrebbe diventare un nodo di socialità per una parte di quartiere che – solo dieci anni fa – praticamente non esisteva (nella foto: nuovi palazzi tra via Olona e via Bronzetti), al di fuori delle poche case a ridosso della "strettoia" di via Olona e delle palazzine anni Sessanta su un lato di via Vigorelli. L’altro possibile "nodo" di socialità potrebbe poi essere il Centro Sportivo Vigorelli, su cui si stanno ancora facendo lavori di risistemazione. Ci sono richieste perché il centro ospiti le sedi delle associazioni sportive del quartiere e della vicina Cedrate, un’ipotesi che si sta valutando. Ma c’è poi l’idea di valorizzare lo spazio anche in funzionale aggregativa dei giovani (nella foto: la partita "tricolore" organizzata da un gruppo di ragazzi l’anno scorso). «Per riqualificare una zona anche un po’ periferica – dice l’assessore Silvestrini – che però è già ben raggiungibile anche in bicicletta, con la prospertiva di nuovi collegamenti nella rete in sviluppo».

Gallarate -Tutte le notizie del rione Sciarè

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.