“Siamo riusciti a far arrivare il parmigiano!”

A buon fine l'iniziativa benefica a favore delle popolazioni colpite dal sisma. L'intervento del presidente della Proloco Nicola Tucci

parmigiano terremotatoSiamo riusciti a far arrivare il Parmigiano! Grazie della pazienza delle oltre 300 persone (di Azzate e della Valbossa in genere) che stanno attendendo il proprio pezzo di Parmigiano Reggiano dal 15 giugno 2012. Purtroppo è passato quasi un mese per via di una sfortuita coincidenza con il punto massimo di richiesta che ha portato ad inevitabili rallentamenti. Da sabato 7 luglio 2012 avviseremo direttamente chi ha prenotato il Parmigiano per poterlo ritirare.

La campagna "una ‘forma’ di solidarietà" che abbiamo iniziato qualche mese fa ha dato una splendida risposta in termini di sensibilizzazione del Parmigiano Reggiano terremotato. Grazie anche alla preziosa collaborazione della Cartolibreria Tibi di Azzate che ha fatto da punto di raccolta ordini. Come Associazione Pro Loco abbiamo aderito alla campagna indetta dall’UNPLI Emilia Romagna la quale faceva da collettore per l’invio degli ordini, questi venivano poi girati alla Coldiretti Emilia Romagna i quali poi venivano dati a loro volta ai caseifici terremotati in base alla disponibilità che i casari fornivano. Il presentarsi ai caseifici come gruppo Pro Loco da’ la massima fiducia possibile nei loro confronti, visto che fin dall’inizio del terremoto ci sono stati balordi che ne hanno approfittato della situazione, già di per sé tragica, mettendo in difficoltà ancor maggiore la filiera di distribuzione solidale del formaggio terremotato.

Però oltre alla sensibilizzazione promossa dall’UNPLI, ci sono state nel frattempo (dai primi giorni di giugno in poi) in Italia altre migliaia di attività che sommatesi anche a richieste provenienti da tutto il mondo, hanno portato ad un rallentamento sull’evasione delle richieste e un serio problema a far fronte a tutti gli ordini. Infatti, dopo il nostro invio del 15 giugno, la situazione era molto critica e dopo qualche settimana ho cercato di contattare direttamente i caseifici che nel frattempo UNPLI e Coldiretti mi avevano fornito.

Nei contatti con la Segreteria della Coldiretti Emilia mi confermavano che i danni erano superiori a quanto s’immaginava poco dopo la prima scossa. Purtroppo la maggior parte del formaggio caduto a terra aveva pochissimi mesi di stagionatura (6/9 mesi) ed era irrecuperabile in quanto basta una piccola crepa che ne comprometta le qualità.
Nel nostro ordine, di circa 1.700 Kg, erano presenti diverse stagionature pertanto ho compiuto molte telefonate con oltre quindici caseifici tra il modenese e il reggiano per poter coprire le richieste fatte con la nostra piccola raccolta solidale. Ho così avuto modo di sentire direttamente dai caseifici quanto succedeva.

Alcuni mi davano indicazioni d’altri loro colleghi casari che potevano aver lo stesso prodotto, una dimostrazione di grande coesione e senso di unità fra la categoria. Tutti indicavano i prezzi "calmierati" e mettevano in guardia che c’erano grosse partite di Parmigiano rubato dai caseifici terremotati e della presenza di formaggio proveniente dall’estero spacciato per vero Parmigiano.
Nelle tante telefonate effettuate, i piccoli caseifici mi confidavano che per far fronte alle richieste, facevano anche orari notturni per tagliare/pesare/confezionare il formaggio, pur di non perdere la fiducia delle persone che richiedevano il prodotto. Proprio una bella dimostrazione di grande forza di volontà e dedizione. In ogni modo ora abbiamo i contatti diretti con i caseifici del modenese e del reggiano con cui possiamo collaborare direttamente.

Venerdì 6 luglio si andrà a Begozzo (Mn) a recuperare una parte del Parmigiano, direttamente da un caseificio del basso mantovano colpito dal terremoto del 29 maggio 2012. La restante parte dei 1.700 Kg Parmigiano arriverà tramite corriere. Andremo a Begozzo, una frazione di Gonzaga (Mn), con un mezzo della Protezione Civile del comune di Brunello gentilmente concesso dal Sig. Sindaco Giuseppe Ghiringhelli. Il viaggio potrà essere seguito in diretta sulla nostra pagina Facebook "Pro Loco Azzate".

Grazie ancora della pazienza,
Nicola Tucci – Presidente Pro Loco Azzate

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.