Sigaretta negata, scatta la rissa tra fratelli

I tre giovani vivevano insieme: i carabinieri hanno arrestato tutti e tre, dopo aver trovato due di loro che armati di coltello inseguivano il terzo

Vivevano insieme ma non andavano proprio d’accordo, se è vero che da una sigaretta negata è partita una rissa violenta: protagonisti, tre fratelli (tutti intorno ai 30 anni) di San Vittore Olona, arrestati dai carabinieri.
La segnalazione alla centrale operativa dei carabinieri di Legnano è arrivata verso l’una della notte (tra domenica e lunedì) da alcuni cittadini, preoccupati dalle urla che provenivano dall’appartamento. Quando le pattuglie del nucleo radiomobile e della Stazione di Cerro Maggiore sono arrivate sul posto si sono trovate davanti la scena di un uomo che correva lungo la strada, rincorso dai fratelli, uno dei quali con in mano un coltello. I militari sono quindi riusciti con fermezza a disarmare l’uomo con il coltello e a fermare gli altri due. Tutti e tre i fratelli presentavano ferite ed escoriazioni dovute alla colluttazione tra loro, ma si sono rifiutati di farsi medicare presso, asserendo di volere risolvere tra loro gli “affari di famiglia”. 
I tre – M.F., M.F. e R.F, tutti già noti alle forze dell’ordine – sono stati arrestati e già lunedì mattina sono stati giudicati con rito direttissimo presso la Procura di Milano, che ha convalidato gli arresti e rinviati a giudizio i tre.


di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.