Strage di turisti israeliani

Un attentato devastante che ha provocato otto morti e 31 feriti, alcuni molto gravi. Ad essere colpito è stato un bus israeliano in Bulgaria ad opera di un kamikaze

Un attentato devastante che ha provocato otto morti e 31 feriti, alcuni molto gravi. Ad essere colpito è stato un bus israeliano in Bulgaria ad opera di un uomo che è morto nell’attentato e la cui identità esatta non è stata stabilita ancora.
I morti dell’attentato al bus israeliano sono sei israeliani, un bulgaro e il kamikaze, ma a bordo c’erano 151 persone.

In Israele il premier Benyamin Netanyahu ha subito puntato il dito contro l’Iran, accusato di una campagna terroristica su vasta scale per "colpire innocenti".
Il gruppo di vacanzieri doveva essere trasportato nel complesso balneare di Slancev Briag (Costa d’Oro), una trentina di chilometri da Burgas. Subito dopo la salita a bordo dei turisti si è prodotta la potente esplosione che ha sventrato il bus, con le fiamme che si sono rapidamente estese ad altri quattro pullman parcheggiati accanto e con a bordo turisti di altre nazionalità.
Da Tel Aviv è prontamente partito un aereo speciale con equipe medica e personale di soccorso per i feriti. Subito dopo l’attentato l’aeroporto di Burgas è stato chiuso al traffico e i voli dirottati sullo scalo di Varna, sempre sul Mar Nero.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.