Sui banchi di scuola arrivano i tablet

Ventinove gli istituti del territorio premiati da Stato e Regione. Riceveranno finanziamenti per quasi 9 milioni di euro per dotare alunni e docenti di strumenti digitali per una didattica multimediale

tabletLa scuola 2.0 è una realtà. Con la pubblicazione dei finanziamenti agli istituti lombardi, il progetto lanciato dal Miur e rilanciato con altrettanta generosità dalla Regione Lombardia entra nel vivo. 

Ventinove le scuole del territorio che hanno visto accettata la domanda per dotare alunni e docenti di tablet o pc portatili e lavagne LIM così da lanciare la didattica multimediale. Un traguardo importante che, ora, le scuole hanno pochi giorni per concretizzare con l’accettazione del finanziamento entro 5 giorni e l’attribuzione bdel bando per la fornitura di supporti digitali in tempi utili. 
 
Gli investimenti maggiori ci saranno al professionale Verri di Busto Arsizio che si è visto accogliere la richiesta di 100.000 euro di finanziamento, interamente a carico dello Stato. Uguale richiesta è stata accettata per i licei dei Tigli a Gallarate (100.000 euro) , l’ITE Tosi di Busto (100.000 euro) l’Isis Facchinetti (100.000 euro).  Poco meno ha chiesto l’alberghiero gallaratese Falcone (99.000 euro).
 
Premiati anche il Daverio di Varese e l’Isis Ponti di Gallarateche ottengono un finanziamento statale di 50.000 euro mentre il Don Milani di Tradate riceverà 70.000 euro.
Più contenute le richieste di altri istituti statali: dal classico varesino Cairoli che finanzierà solo la quarta ginnasio “Archè” con 10.000 euro, stessa cifra arriverà all’artistico varesino Frattini e all’isis tradatese Montale. Ventimila euro saranno versati all’artistico di Busto Candiani, allo scientifico di Tradate Marie Curie e all’Itpa Casula di Varese.  Ai due istituti saronnesi Zappa e Riva arriveranno rispettivamente 15000 e 18.100 euro.
 
Regione e Ministero si sono divisi le parti: le paritarie si sono viste sostenere dalla Regione (con la sola eccezione dell’Isis Newton di Varese che ha ottenuto dal Pirellone 99.000 euro) mentre le statali hanno ricevuto contributi da Roma.
 
Tra le paritarie, entreranno nel progetto “Generazione web” Acof con un finanziamento di 85.255 euro, l’Istituto grafico Monti per 16.000 euro, la paritaria Ferrarini con 8000 euro e la Fermi con 15.800, l’Istituto trasporti “Città di Varese” con 13.500 euro, il Sacro Cuore (8000 euro), il Cavallotti (47.400), il linguistico Chiara con 5.000 euro e i professionali: Enaip (99.750 euro), Siai Marchetti (47.400 euro), alberghiero De Filippi ( 20.000) e Associazione Padre Monti 31.525. 
 
Tempi e modalità di presentazione della domanda hanno creato difficoltà ad alcune scuole che hanno visto bocciare la richiesta: tra queste il liceo Crespi di Busto che non ha utilizzato la firma digitale. Uguale problema è insorto per l’Isis Dalla Chiesta di Sesto, per il Gadda Rosselli di Gallarate e il liceo Sereni di Luino.

In tutto, Stato e Regione sborseranno 8 milioni e 720.000 euro suddivisi 4.719.982 sulle casse romane e 4 milioni su quelle lombarde. Cifre un po’ diverse dalle stime iniziali dato che Roma aveva annunciato uno stanziamento di 4 milni di euro mentre Milano aveva risposto con 4,5. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.