Tariffe più basse per chi usa il cellulare all’estero

Dal primo di luglio, è entrata in vigore una normativa che regolamenta il servizio di roaming. Rispetto al 2007 si parla di un risparmio di circa il 75%

CellulareIl primo luglio è una data storica in tema di telefonini. Da ieri, infatti, sono state abbandonate le tariffe esorbitanti per chiamate, messaggi e navigazione in internet passando da uno stato all’altro.

All’interno dell’Unione Europea sarà molto meno costoso utilizzare ad esempio internet mobile e quindi accedere alla posta elettronica, mappe, foto e reti sociali mentre si è in viaggio in un altro paese dell’UE. Questo è possibile perché, per la prima volta, un regolamento UE stabilisce un limite tariffario per trasferire i dati da internet dal cellulare.

Una persona che viaggia regolarmente all’interno dell’Unione risparmierà grazie a questa nuova norma almeno1000 euro, mentre una famiglia in vacanza per un anno in uno stato membro dell’UE potrà risparmiare fino a 200 euro.
Le norme abbasseranno inoltre i prezzi dei messaggi e delle chiamate vocali fra stati. I consumatori avranno un risparmio del 75% rispetto ai prezzi 2007, in generale dunque quest’anno gli europei spenderanno 5 miliardi di euro al posto dei 20 del 2007 risparmiando quindi 15miliardi.

La vicepresidente della commissione Europea ha dichiarato che «queste norme rendono accessibili i servizi di roaming alla generazione smartphone e mettono fine alle tariffe esorbitanti all’interno dell’UE. Rilevo con soddisfazione che anno dopo anno l’Unione europea s’impegna a proteggere il portafoglio dei cittadini». Per citare qualcosa di concreto, nel luglio 2009 il costo per scaricare i dati era più di 4euro al megabyte, con le nuove norme il costo dovrebbe abbassarsi di circa 6 volte. L’obbiettivo infatti è quello di portare il costo massimo di quest’operazione a 20 centesimi al megabyte entro il 2014 e ciò genererà un risparmio del 90% circa rispetto alle tariffe disponibili attualmente. Sara disponibile agli operatori offrire tariffe più basse e con ciò si spera di ottenere una gara al ribasso. Inoltre per evitare brutti scherzi in bolletta, dal 1 luglio 2012, le persone che usciranno dall’UE riceveranno un sms, un e-mail o una finestra pop-up che li avvertirà usando la spesa si avvicinerà a 50 euro o al limite precentivo di trasferimento dati, quindi per continuare il roaming gli utilizzatori dovranno confermare di voler superare tale limite.Queste nuove norme permetteranno ai consumatori di scegliere un fornitore distinto di roaming-mediante contratto o scegliendo un fornitore come si fa con il wi-fi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.