Torna in carcere pluripregiudicato ultrà del Varese

Giuseppe Fittipaldi, 46 anni, noto pluripregiudicato ed appartenente alle frange estreme del tifo varesino era affidato ai servizi sociali, ma si è reso responsabile di una violenta lite e torna in carcere

Torna in cercare Giuseppe Fittipaldi, noto pluripregiudicato e appartenente alle frange estreme del tifo varesino (era stato arrestato e messo a processo per il pestaggio di un ragazzo albanese nel corso delle manifestazioni successive alla morte di Claudio Meggiorin). Il 46enne era affidato in prova ai servizi sociali come misura alternativa alla detenzione, ma la settimana scorsa si è reso responsabile di una violenta lite avvenuta in piazzale Spozio, nei pressi di un esercizio pubblico, a colpi di bastone. Le volanti della Questura intervenute sul posto, lo avevano rintracciato poco dopo trovandolo in possesso del bastone utilizzato nel corso della lite. L’immediata segnalazione della vicenda al Tribunale di Sorveglianza ha determinato la revoca del beneficio dell’affidamento in prova ed il ripristino della detenzione in carcere. L’uomo è stato pertanto rintracciato nella propria abitazionee condotto in carcere a Varese, dove dovrà scontare il residuo di pena  fino al marzo del 2013.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.