Tre giorni di musica con Gasch Music Festival. In concerto c’è anche Dente

Pollo, birra & rock'n'roll per la manifestazione arrivata alla sua quinta edizione e che si terrà dal 13 al 15 luglio al parco di Villa De Strens

Pollo, birra & rock’n’roll, ed è di nuovo Gasch Music Festival. Edizione numero cinque. Confermata la birra, tanta, confermato il suggestivo parco di Villa De Strens e confermata la musica di qualità. Tre notti una in fila all’altra, dal 13 al 15 luglio, in cui si alterneranno cinque band, un dj set e più generi musicali, e in cui si comincia ballando e si finisce ballando.

Venerdì 13 il festival aprirà a ritmo di reggae con il dj set dei Rising Hope Sound System e il live dei Dot Vibes, la band che dopo essersi aggiudicata la vittoria dell’Italian Reggae Contest organizzato dal Rototom Sunsplash ha calcato i palchi dei più importanti reggae festival della penisola. Il loro pimo disco, "Inside this bubble", vede la partecipazione di artisti come Bunna degli Africa Unite, Peter Truffa dei Bluebeaters ed è già un successo di critica e pubblico grazie al suo stile, assolutamente non scontato, e capace di sconfinare dal reggae al Dub, alla Dancehall, al Soul fino all’R n’ B.
Il 14 luglio, il sabato sera del GaSch ospiterà una flippant night tutta da ballare con due live che fanno Dentesaltare e cantare dall’inizio alla fine. Lo Stato Sociale, band rivelazione del momento porterà a Villa de Strens il divertimento in stile bolognese: cinque ragazzi che stanno spopolando sul web grazie al loro saound elettro pop travolgente e ai loro testi dalla geniale ironia. A seguire il live degli Ex Otago, i genovesi dalle canzoni leggere, uniche ed emozionanti, ironiche e malinconiche al contempo. Tanta è l’energia nei loro live che si trasmette dalla prima all’ultima fila.
Domenica 15 la serata indie sarà aperta dai Minuta H, la band che ha fatto innamorare il pubblico e la critica dell’edizione 2012 di Va Sul Palco. Chiuderà il festival la performance di Dente, nuovo e geniale fenomeno del panorama cantautorale italiano già paragonato ai grandi autori della nostra storia musicale come De Gregori e Giorgio Gaber.

Ma non si vive di sola musica, e quindi all’interno della festa sarà possibile usufruire anche del servizio cucina che offrirà, tra il resto, la specialità per cui il GaSch è conosciuto, il pollo allo spiedo cucinato sul momento! Il pollo è diventato da un paio d’anni anche la mascotte della festa e campeggia nelle locandine che pubblicizzano l’evento e nel video promozionale “00gasch” che gira da qualche settimana su facebook.

Il gruppo Proloco Giovani di Gazzada Schianno continua a fare la propria parte nell’estate musicale varesina, ad allargarsi e a stringere amicizie. Inizia quest’anno la collaborazione con il Twiggy, che sarà presente per tutte e tre le serate a spinare, con i ragazzi dello staff, birra a volontà. E inizia quest’anno anche quella con l’Informagiovani di Varese e il progetto Notturno Giovani. Continua inoltre per il terzo anno l’importante collaborazione con Discobus che sarà presente alla festa per sensibilizzare i partecipanti nel controllo del proprio livello alcolemico.

Per informazioni: prolocogiovani@prolocogazzadaschianno.it

BIOGRAFIE DELLE BAND

RISING HOPE
Il progetto Rising Hope Sound System nasce a Como nel 2005 dall’incontro di tre amanti della musica in levare. Mossi dalla necessità di dare vita al reggae nella sterile provincia lariana, Johnny, Rab e Tazzaman intraprendono il loro percorso iniziando a suonare nelle più piccole realtà locali.
Rising Hope si distingue per uno stile caratterizzato da sonorità che spaziano dal roots and culture fino alla dancehall odierna, arricchito da diversi dubplates che esprimono al meglio il loro sentimento. Gli shows sono sempre carichi di energia e sempre rivolti con particolare attenzione alle richieste del pubblico.
Nelle loro serate hanno ospitato gran parte dei sound system lombardi (e non solo), a partire da Vito War, Golden Bass, Bass Fi Mass, I-tal sound, Bergamo Reggae, Monza Ina de yard e molti altri, arrivando sino a Black Talons (NY), Irie Ites (FR) ed Elijah (CH).
Dal 2009 iniziano a proporre il proprio show anche in città come Genova, Roma, Modena, Cremona, Treviso, Bergamo, Alessandria ma anche nel Salento, in Francia, Svizzera e Germania .
Sempre nel 2009 nasce la collaborazione con Irie Ites, sound ed etichetta francese che li impegna nella promozione del proprio brand e delle nuove produzioni in Italia.
Nel 2010 invece hanno l’occasione di aprire e chiudere lo show di King Tubby’s (UK) nella prima dancehall del primo Rototom Sunsplash spagnolo.

DOT VIBES
I DotVibes nascono nella primavera del 2005 da un piccolo nucleo di cultori della musica reggae, con il semplice intento di divertirsi e di provare a riprodurre quell’insieme di sensazioni e sonorità che la musica reggae gli aveva trasmesso in quegli anni. Ciò che ne scaturisce è un new roots che unisce le classiche sonorità della isla jamaicana ad un’anima hip hop soul, che lascia comunque spazio all’emergere di un sound più moderno e affine allo stile reggae Europeo.
Nel maggio del 2008, la band si aggiudica la vittoria dell "Italian Reggae Contest" all’interno del progetto " European Reggae Contest " organizzato da Rototom Sunsplash e parte per un tour che li porta a calcare i palchi dei più importanti reggae festival della penisola come Rototom Sunsplash, Sikula reggae festival, Gusto dopa al sole, Sardinia Reggae festival.
Nel 2009, DotVibes, conclusa la lavorazione del primo ep "Drop the love Bomb" prodotto e mixato da Paolo Baldini e masterizzato al "Wolf Studios" di Londra, i DotVibes partono per un tour promozionale che oltre a toccare molte location italiane, li porta a concludere la promozione dell’ep in Polonia, come head liner al Reggae Dub Festival di Bielawa. Dal settembre del 2009, la band inizia la lavorazione del primo Lp, sempre targato dalla produzione di Paolo Baldini. "Inside this bubble" , questo il titolo dell’album, vede la partecipazione di artisti come Bunna degli Africa Unite, Peter Truffa dei Bluebeaters e Jacob dei Mellow mood. Dopo il tour estivo di Inside this bubble conclusosi a settembre con numerose date in italia ed all’estero, i DotVibes ripartono ad ottobre 2011 con un nuovo show e nuove releases. In uscita il 27 Giugno 2012 il nuovo singolo dei DotVibes " Now Think about it " che lancerà il “ Looking forward tour “.

EX – OTAGO
Gli Ex-Otago si formano nel 2002 nella città di Genova, quartiere di Marassi. All’inizio sono in tre Simone Bertuccini, Maurizio Carucci, Alberto Argentesi e si raccontano con una chitarra acustica, due pianole e qualche giocattolo. Poi, dopo varie vicissitudini, alla batteria arriva Gabriele Floris per l’attuale formazione a quattro. Ritornelli/stornelli a presa istantanea che s’incollano in testa e non si staccano più proprio come le figurine scolorite dei calciatori dall’armadietto di un adolescente o come una chewingum masticata dalla suola delle infradito. Canzoni leggere, uniche ed emozionanti, ironiche e malinconiche al contempo; un nuovo romanticismo sorretto da melodie POP freestyle hip hop e da un’attitudine quasi punk, tanta è l’energia nel loro badare al sodo. Un coinvolgente entusiasmo che, dal vivo, si trasmette dalla prima all’ultima fila e, su disco, si traduce in arrangiamenti asciutti che valorizzano le contagiose melodie prodotte con naturalezza in ogni singolo brano.

LO STATO SOCIALE
Lo Stato Sociale è uno dei progetti più freschi, intelligenti e irriverenti in circolazione. Vengono da Bologna, macinano tutto ed il suo contrario risputandolo con groove elettronici, rime e melodie che ti si incollano al cervello. Dal vivo sono una forza della natura con oltre cento date all’attivo ed un seguito in rapida crescita in tutta Italia.
Lo Stato Sociale è soprattutto un gioco, un divertimento incredibile messo assieme da cinque amici che un giorno hanno deciso di caricare gli strumenti su un’auto e da lì non si sono mai fermati: “Sono cambiate molte cose, molte persone si sono aggiunte in qualche maniera, è arrivato il nostro amato furgone Augusto, è arrivata la famiglia Garrincha Dischi, molte più orecchie ascoltano le nostre canzoncine. Molte più di quanto avremmo mai immaginato”. Nel 2011 la band pubblica un paio di singoli digitali in esclusiva per Italian Embassy e per Rockit in preparazione dell’uscita, ad aprile, dell’EP "Amore ai tempi dell’Ikea" (Garrincha Dischi).
A Febbraio 2012 è uscito il loro primo vero e proprio album, "Turisti della democrazia", subito accompagnato da un tour ricchissimo di concerti e pubblico in rapida e costante crescita.

DENTE
Il nuovo fenomeno del panorama cantautorale italiano, Giuseppe Peveri alias Dente, nasce a Fidenza (PR) nel 1976. La rinascita nell’arte avviene a 18 anni, quando si avvicina alla musica, dapprima come chitarista dei Quic, passando poi per la band La Spina (con due album all’attivo), per poi intraprendere la carriera solista, che lo porta nel 2006 a firmare per Jestrai, esordendo con il suo primo album ufficiale “Anice in bocca”. Nell’aprile 2007 esce "Non c’è due senza te" sempre per Jestrai. L’album viene subito accolto sia dal pubblico, che dalla critica in modo positivo. All’inzio del 2008 Dente pubblica un mini album dal titolo "Le cose che contano". Nel frattempo continua l’intensa attività live con un nutrito tour primaverile, al quale segue quello estivo, non più in set acustico, ma accompagnato dalla sua band. All’inizio del 2009 Dente cambia etichetta ed entra a far parte della scuderia Ghost Records. Il 14 febbraio 2009 esce l’album "L’amore non è bello", tredici tracce che confermano le straordinarie potenzialità del nostro e che sono pronte a ribadire il favore di audience e addetti ai lavori.
Nel 2011 pubblica “Io tra di noi” che arriva dopo ben due anni di concerti con una band fissa che, per Dente abituato sin dall’inizio a trovare le atmosfere giuste nell’assetto chitarra e voce, equivale ad una significativa crescita dal punto di vista compositivo, vocale e strumentale.
Dodici tracce che confermano Dente come uno dei più amati giovani cantautori italiani, sia dal pubblico che dalla critica. Il tour, iniziato a fine Ottobre 2011, continuerà per tutta l’estate 2012.
Sono programmate alcune date per presentare il nuovo album all’estero, tra cui Bruxelles e Parigi.

MINUTA H
Freud menzionò la paranoia nel 1895 in un documento noto come Minuta H, in effetti un allegato di una lettera di Freud al suo più stimato interlocutore, il dottor Fliess.
Freud si riferiva al caso di una donna ossessionata da "voci interiori" che la criticavano.
Da qui prende in nome il gruppo varesino formato nel 2009 da Ernesto Brusati, Danilo Galli e Yed Viganò, a cui si sono aggiunti di recente anche Daniele Parisi e Federico Scaglia, che propone una miscela fra rock ed elettronica, cantautorato e un’infinità di altre influenze fra le più improbabili.
Al centro del progetto le liriche che raccontano la quotidianità varesina un po’ per esorcizzare i malesseri dell’oggi, un po’ per non prendersi troppo sul serio.
Vincitori del premio giuria giovani del concorso Va sul Palco 2012 hanno da poco dato alle stampe il primo album omonimo autoprodotto che ha riscosso un grande successo fra critica e pubblico diventando il fenomeno musicale locale del momento.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.