Trova l’ex-moglie morta in casa

Il tragico rinvenimento da parte di un gallaratese in un appartamento di via Torino. Nessun segno di violenza sul corpo e la casa era in ordine. Forse è stato fatale un sovradosaggio di psicofarmaci

E’ stata trovata cadavere dall’ex-marito con il quale ancora conviveva nello stesso appartamento una donna di Gallarate di 40 anni. Il rinvenimento del corpo è avvenuto nella notte tra domenica e lunedì al rientro in casa dell’uomo dopo un week-end trascorso fuori casa. Subito lui ha chiamato il 118 ma il cuore della donna si era già fermato almeno da qualche ora. Sul posto si è recata anche una volante del Commissariato di Gallarate per ricostruire la vicenda. Il corpo non mostrava alcun segno di violenza e la casa, un appartamento di via Torino, era in ordine. Secondo quanto è stato possibile ricostruire da parte degli agenti i due, dopo la separazione, hanno continuato a vivere sotto lo stesso tetto per motivi economici ma conducevano da tempo vite separate in tutto. La donna, però, soffriva probabilmente di depressione e faceva uso di psicofarmaci. Non è da escludere che un uso eccessivo di questo tipo di farmaci abbia causato il decesso e, in passato, era già stata ricoverata in Pronto Soccorso per uso incongruo di medicinali per curare la depressione. Il magistrato di turno della Procura di Busto Arsizio, Raffaella Zappatini, ha comunque disposto l’autopsia per stabilire le cause esatte della morte.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.