Trovata morta la vedova del re del cioccolato Sprüngli

La storia raccontata questa mattina dal quotidiano Ticinonline. La donna ritrovata nella vasca da bagno da alcuni amici. Prima di sposarsi faceva la guaritrice e la ragazza squillo. Aveva 28 anni più di Rudolph

Un giallo. Di quelli da farci subito un film. A meno che non si voglia aspettare una conclusione, che non è detto arrivi. La storia l’ha raccontata questa mattina Ticinonline
Alexandra Sprüngli, vedova del re del cioccolato (la foto è tratta dalla sua pagina ufficiale) , è stata trovata morta nella vasca da bagno lo scorso 6 gennaio. Ma la notizia è stata diffusa solo ieri, martedì 3 luglio. Ecco alcuni stralci dell’articolo. 

La rivelazione è stata fatta ieri sera nel corso del programma televisivo della SF "10vor10". E ha subito avuto del sensazionale. Innazitutto perchè si tratta di una donna famosa e ricca. E poi perchè la sua morte risale a gennaio, ed è stata tenuta nascosta fino ad oggi. Alexandra Sprüngli, anni 63, vedova del re del cioccolato svizzero Rudolph Sprüngli, è stata trovata morta nella vasca da bagno della sua casa di vacanza ad Arosa lo scorso 6 gennaio. A trovarla priva di vita sono stati alcuni amici intimi. 

Una morte sospetta perché pare che la donna non avesse problemi di salute. La sua vita è davvero incredibile…
Le indagini escludono la presenza di sostanze tossicologiche e l’intervento da parte di terzi. Il vero nome della signora Alexandra Sprüngli era Heidi Gantenbein. Prima di sposare il re del cioccolato faceva la guaritrice e pure la ragazza squillo. Nel 1992 sposò  Rudolph Sprüngli, di 28 anni piu vecchio di lei, con il quale restò fino alla sua morte. La stampa scandalistica ha più volte evidenziato la sua appartenenza alla setta "I am", e ai tentativi della donna di portare all’interno della setta diversi membri dell’azienda miliardaria del cioccolato.
Insomma, tutto ha le connotazioni di una storia da romanzo. Chi era davvero Heidi Gantenbein?

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.