Un gommone di sicurezza anche per il Ceresio

La Provincia ha regalato un natante alla protezione civile per proteggere la sponda italiana del lago di Lugano. Lavorerà in coordinamento con le altre forze esistenti sul territorio

Il gommone per il CeresioLa Provincia di Varese salpa pure sul Ceresio, per garantire la sicurezza anche della parte varesina di quel lago. L’ente ha infatti acquistato un gommone con tutte le dotazioni necessarie per gli interventi di primo soccorso, che verrà concesso in comodato d’uso gratuito al Nucleo Mobile di Pronto Intervento che opera sulle acque provinciali del Lago Ceresio.

L’iniziativa potenzia e completa il quadro del progetto Acque sicure. A spiegare l’operatività del gommone è stato Paolo Cazzola, Presidente delll’associazione di volontari coordinata  dalla Protezione Civile, che ha spiegato come: «Il servizio si articolerà secondo un calendario stabilito e coordinato con tutte le altre forze dell’ordine operative sul Ceresio».

Parte del tavoloUn servizio coordinato, per tutti i laghi del nord Italia, dal Reparto Operativo AeroNavale della Guardia di Finanza: «Noi abbiamo competenza su tutti i laghi lombardi e devo confermare che l’attenzione riscontrata qui su questo tema ha davvero pochi eguali in altre situazioni – spiega il comandante del Roan di Como (competente anche per i laghi varesini, e anche per quelli lombardi), Tenente Colonnello Sergio De Santis – Un plauso anche all’ottimo rapporto di collaborazione che si è costruito tra forze dell’ordine e volontari, segno che quando c’è la forte volontà di realizzare progetti per il bene comunitario, i risultati vengono poi raggiunti».

«La sicurezza dei nostri laghi è un capitolo strategico nell’azione amministrativa della Provincia di Varese – ha dichiarato Massimiliano Carioni, Assessore alla Sicurezza e Protezione civile della Provincia di Varese – In questo ambito, infatti, abbiamo investito molto e ora con la stagione estiva ci stiamo concentrando sui laghi e sulle spiagge. Con la concessione d’uso gratuito di questo mezzo riusciamo a garantire un presidio, ma anche un punto di riferimento per i bagnati e turisti sul Ceresio. Non dobbiamo infatti dimenticare che gli investimenti fatti nella sicurezza hanno un ritorno sia per i nostri cittadini che per i turisti, perchè offriamo loro l’opportunità di vivere una stagione e le bellezze del nostro territorio in totale tranquillità».

«Ci tengo a sottolineare la grande attenzione della Provincia di Varese sulle tematiche legate alla sicurezza – ha poi aggiunto il Prefetto di Varese, Giorgio Zanzi – Negli ultimi anni sono moltissimi i progetti realizzati in tal senso e nei più svariati ambiti: da quello stradale a quelli lacuali senza tralasciare il patrimonio naturale. Per questo spero che Provincia di Varese possa continuare a esistere nell’attuale conformazione, poiché è concreto il rischio di ritrovarci in una dimensione più ampia che comporterebbe maggiori difficoltà di dialogo con territorio e cittadini».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.