Viaggio in Tunisia, ancora un minore respinto al check in

Ancora problemi per i genitori che portano un figlio minore in vacanza nel paese del nord-Africa. Il nostro lettore Matteo si è presentato con il certificato di nascita del figlio ma dal 26 giugno vale solo la carta d'identità

Quella che vi proponiamo è una lettera di un lettore che racconta quanto accaduto alla sua famiglia in partenza per le vacanze in Tunisia al check in della compagnia Livingston Air dell’aeroporto di Malpensa.
Si tratta del secondo caso che vi raccontiamo dopo quello del lettore di Fagnano, ma nella lettera si scopre che ce ne sono stati altri, in cui minori vengono respinti perchè muniti di certificato di nascita piuttosto che della carta d’identità.

Gentile direttore,

Ecco i fatti che mi sono accaduti, il 2 luglio mi sono recato a Milano Malpensa con la famiglia (la mia compagna e 2 bambini di 5 e 8 anni) per partire per una vacanza di una settimana in Tunisia.
Al check in della Livingston Air non ci hanno fatto partire perché asserivano che il certificato di nascita di mio figlio non era più valido per una nuova legge entrata in vigore dal 26/6/12.
Al momento il panico… ma la solerte assistente del tour operator da cui abbiamo acquistato il pacchetto turistico (Turisanda) ci ha prontamente fatto acquistare altri 4 nuovi biglietti aerei di un’altra compagnia aerea che partiva 2 ore più tardi. E così con soli altri 660 euro che hanno preteso in CONTANTI (più altri 35 per il rifacimento di una nuova carta d’identità per mio figlio presso lo sportello aeroportuale del comune di Ferno) siamo partiti per la nostra ormai rovinata vacanza.
Quando siamo arrivati all’hotel in Tunisia ho conosciuto un’altra famiglia che ha avuto lo stesso problema e che in più era partita il 25 giugno (un giorno prima dell’entrata in vigore della legge abusata).
Questo compagno di sventura mi ha detto che quando era partito lui anche altre 3 famiglie erano state lasciate a terra sempre per gli stessi motivi ed ora siamo tutti in contatto via mail per decidere come fare per denunciare un tale abuso.
Ci siamo informati e abbiamo scoperto che i documenti che abbiamo presentato erano assolutamente validi come riportato dai documenti di Polizia e Ministero che vi ho allegato alla presente.
Non voglio insegnarvi il mestiere ma la pretesa del pagamento in contanti mi fa pensare anche alle fiamme gialle…
Ultima cosa, qualche mattina (noi siamo partiti di lunedì) provate ad appostarvi in prossimità dei check in della Livingston Air a Malpensa con i documenti che vi ho allegato e salvate qualche altra famiglia in partenza per le vacanze da questi mostri che forse non si sono ancora fermati.
Grazie per l’attenzione,
un cordiale saluto

Matteo

—————————————————————————————————–
Visto quanto accaduto ai nostri lettori in vacanza in Tunisia ci permettiamo di segnalarvi, citando direttamente quanto dice il sito internet del ministero degli esteri Viaggiare Sicuri

Documenti per viaggi all’estero di minori: passaporto/carta d’identità

Dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani che viaggiano dovranno essere muniti di documento di viaggio individuale. Pertanto, a partire dalla predetta data i minori, anche se iscritti sui passaporti dei genitori in data antecedente al 25 novembre 2009, dovranno essere in possesso di passaporto individuale oppure, qualora gli Stati attraversati ne riconoscano la validità, di carta d’identità valida per l’espatrio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.