“Viva la Vida”, storia di un viaggio che fa diventare grandi

Il romanzo d'esordio del lavenese Luca Attrattivo racconta una vacanza in camper che, tappa dopo tappa, permetterà ai protagonisti di scoprire la propria vocazione. Presentazione venerdì 13 alla Feltrinelli (ore 21)

Il viaggio e l’amicizia non sono certamente temi inesplorati nel mondo della letteratura, italiana e non, ma sono talmente vasti, interessanti e aperti a tutti che ogni chiave di lettura a riguardo può regalare sfaccettature originali. Per questo, ma non solo, è intrigante segnalare un romanzo tutto varesino, quello con cui fa il suo esordio il 31enne Luca Attrattivo. Nato ad Angera e da sempre residente a Laveno, Attrattivo ha pubblicato il suo "Viva la Vida" con la piccola ma attiva casa editrice "0111" di Cocquio Trevisago e presenterà il volume alla "Feltrinelli" di via Aldo Moro alle 21 di venerdì 13 luglio.

La trama di "Viva la Vida" nasce sul lago, tra le vite di cinque giovani legati da una profonda amicizia che risale a molti anni prima. Le vite di Paolo, Davide, Gianca, Pollo e Marco sono pronte a una svolta, ma a parte quest’ultimo prossimo alle nozze e alla paternità, nessuno conosce la direzione che potrebbe prendere da lì a pochi mesi. Giorni e settimane in bilico, tra amori sfumati, lavori poco soddisfacenti, hobby da ragazzini e tanta incertezza che non toglie però al gruppo la voglia e la capacità di divertirsi insieme. La svolta inizia a bordo di uno strano camper blu, quello noleggiato dal gruppo per l’addio al celibato di Marco: l’intento è quello di attraversare l’Italia per toccare i luoghi visitati nelle vacanze trascorse insieme negli anni precedenti. Il fine si rivelerà chilometro dopo chilometro, località dopo località: da Alassio a Tropea, da Santa Maria di Leuca a Cesenatico fino a Lignano Sabbiadoro e ritorno. Città turistiche, serate simili a tante altre vissute fino a quel momento, ma anche tasselli che in modo più o meno consapevole serviranno ai cinque amici per scoprire la vocazione di ciascuno nella "vita dei grandi". Che busserà presto alla porta, con gioie e dolori, scelte difficili e responsabilità da prendere.

Se quindi l’impianto di "Viva la Vida" (titolo scelto in omaggio a una canzone dei Coldplay: la musica è una costante nelle pagine di Attrattivo) scorre in maniera semplice, le tematiche affrontate non sono certo trattate con leggerezza. Il merito del giovane autore lavenese è quello di non aver timore a mettere nero su bianco le paure, i tormenti, le speranze e i sentimenti con cui tutti sono costretti a fare i conti, prima o poi. E lo fa con un linguaggio semplice ma non banale, chiaro e sempre più scorrevole man mano che si avanza tra le pagine dopo un avvio più faticoso. "Viva la vida" non è un’autobiografia anche se sono molti i riferimenti personali, sia dal punto di vista dei luoghi sia dei fatti; Attrattivo non lo nasconde visto che alla prima uscita nella sua Laveno, ha voluto accanto gli amici che hanno dato vita ai suoi personaggi. Avvertendo però: «Senza di loro questa storia non avrebbe preso forma, ma questa non è la storia di noi cinque».
Lasciando anche intravedere quale potrebbe essere il suo prossimo lavoro, un romanzo ambientato nello sport dilettantistico. Una seconda possibilità che arriverà, perché "Viva la Vida" non è volume che passa inosservato.

Luca Attrattivo – "Viva la Vida"
0111 Edizioni, collana "La Bianca"
266 pagg., 16,50 euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.