Voto a sorpresa: piazza Giovine Italia diventa pedonale

Una mozione del Pd e un emendamento del Pdl bruciano i tempi e la Lega si adegua. Chiuse alla auto entro il 30 settembre anche le vie Rossini e Donizetti. L'assessore al commercio: "Misura frettolosa"

Tutti a piedi, col gelato, il passeggino, lo shopping, magari seduti al tavolino, non solo in corso Matteotti, ma anche in piazza Giovine Italia, un tempo slargo diroccato con la sala giochi, qualche rudere e poco altro (lì sorgeva il vecchio ospedale) , e oggi invece un nuovo salottino dietro al campanile. Così la città cambia davvero, e diventa sempre più a misura di pedone. Entro breve la zona pedonale di Varese sarà allargata. La decisione è arrivata durante il consiglio comunale di giovedì sera. Saranno pedonalizzate, entro la fine di settembre, piazza Giovine Italia e le vie limitrofe: via Donizetti e via Rossini. Era da tempo che si discuteva di questa misura ma, fino a oggi, l’amministrazione comunale era stata prudente. La mossa finale è arrivata grazie a una mozione del Pd, emendata dal Pdl, e votata praticamente da tutto il consiglio comunale tranne Movimento 5 stelle (astenuto, voleva eliminare anche i parcheggi) e Movimento Libero.
La proposta del consigliere Andrea Civati ha rappresentato un’accelerazione. L’assessore all’urbanistica Fabio Binelli aveva presentato in commissione il piano urbano della mobilità. Dove si paventava una futura possibile pedonalizzazione della piazza, ma subordinata alla creazione di altri posti auto nella zona. E in particolare alla costruzione di un nuovo parcheggio in via Bernardino Luini. Il piano era possibilista ma rimandava ancora la decisione. Nonostante piazza Giovine Italia sia pronta dal 2007. C’è la pavimentazione ad hoc, gli alberi, i tavolini dei locali schierati (negli ultimi 4 anni hanno praticamente sostituito tutti i vecchi negozi).
Il problema più urgente da risolvere è quello degli stalli di parcheggio, per la precisione 43 postazioni, che saranno in parte recuperate. La mozione è stata infatti emendata con una correzione voluta dal consigliere del Pdl Piero Galparoli, che ha previsto di preservare i parcheggi esistenti per i residenti. E per la precisione: i residenti potranno parcheggiare con l’eccezione del tratto di via Donizetti lastricato, e di piazza Giovine Italia (il permesso vale per i residenti delle vie Giovine Italia, Puccini, Rossini, Donizetti). L’accesso sarà controllato con il sistema automatico, e saranno creati stalli per disabili, carico e scarico, e parcheggi rosa.
E’ un voto politico che ha segnato una nuova geometria variabile nella maggioranza. il voto favorevole del Pd era scontato e i consiglieri di Pd e Sel hanno sottolineato come la loro iniziativa abbia accorciato i tempi. Il Pdl ha aderito con una mossa politica che sembra diretta alla Lega, come se avesse voluto approfittare di un’occasione per scavalcare politicamente il lavoro degli assessori del carroccio. I lumbard hanno votato a favore ma hanno evidenziato un po’ di imbarazzo: «Pedonalizzare un’aurea è una cosa complessa – ha ammonito l’assessore al commercio Sergio Ghiringhelli (nella foto) – bisogna preparare una zona a questo passaggio e per questo motivo l’amministrazione stava procedendo con calma». Anche il consigliere Emanuele Monti è apparso preoccupato. «Adesso i giornalisti scriveranno che la pedonalizzazione è merito del Pd ma l’amministrazione ci stava lavorando da tempo…» ha abbozzato cercando di difendere gli assessori del suo partito.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.