“Zootecnica, innegabile che i contributi siano venuti meno”

L’assessore Andrea Botta risponde al presidente della Provincia e illustra i conti della fiera che è stata sospesa dal Comune a causa della situazione economica

«Vorrei far chiarezza rispetto ad alcune inesattezze inoltrate alla stampa: non è colpa di Provincia o Regione se la zootecnica verrà sospesa per quest’anno ma è altrettanto un dato di fatto che, rispetto all’anno precedente, viene a mancare un contributo straordinario di 5mila euro da parte della Provincia e che la Regione ha convertito una parte del suo contributo in denaro (8mila euro) organizzando in alternativa una serie di stand. Quindi, rispetto al 2011, il Comune avrebbe dovuto aggiungere 13mila euro al proprio contributo storico e, dati i problemi di bilancio dovuti al patto di stabilità, non possiamo permetterci di stanziare una tale cifra».

L’assessore alla cultura Andrea Botta risponde al presidente della Provincia Dario Galli che aveva sottolineato come fosse rimasto invariato il contributo alla Fiera Zootecnica di Tradate, sospesa dall’amministrazione comunale per questioni economiche.

 

Sulla questione entra anche circolo cittadino del PD: «Considerata la crisi e la già magra situazione del bilancio Comunale, aggravata da minori contributi dello Stato per più di 300mila euro a causa del mancato rispetto del Patto di Stabilità da parte della precedente Amministrazione Comunale Lega PDL, è positivo che l’Amministrazione Comunale abbia comunque voluto organizzare delle iniziative alternative che evidenzino e promuovono le locali attività agricole e zootecniche. La “Settimana dell’agricoltura” ha un costo previsto di 5mila euro, ben inferiore agli 85mila euro necessari per la Fiera zootecnica (di cui oltre 35mila dovevano arrivare dal Comune). Se negli anni passati, come afferma Candiani, è stato difficile reperire i fondi, possiamo ben immaginare come la situazione sia peggiorata nel 2012, con ulteriori tagli da parte degli altri enti regionali e provinciali coinvolti nella zootecnica e, appunto, i tagli dovuti al patto di stabilità».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.