A Carnago il toscano Ulissi doma il gruppo

Il corridore della Lampre vince con distacco. Neutralizzata una lunga fuga di sei corridori partiti al km27: Favilli e il kazako Shushemoin vengono ripresi quando mancano tre chilometri al traguardo

Una fuga lunghissima ripresa a 3 chilometri dal traguardo, poi la volata finale: il Gran Premio di Carnago ha incoronato vincitore Diego Ulissi della Lampre ISD, la squadra che più di tutte si è impegnata per spegnere il tentativo di fuga.
Corso su un movimentato circuito di 20 chilometri da ripetere 9 volte, il Gran Premio di Carnago ha confermato di essere una gara animata. Al km 27 parte infatti la prima fuga, con sei atleti: Elia Favilli, il moldavo Oleg Berdos, gli elvatici Pirmin Lang e Simon Pellaud, il kazako Alexandr Shushemoin, Maximiliano Richeze. I fuggitivi arrivano ad un massimo di 7’58’’ di vantaggio, al km96: l’inseguimento viene pilotato dalla Lampre, che non ha uomini in fuga e si mette in testa negli ultimi cinque giri. Tra le squadra in cima al gruppo c’è anche la Liquigas, che potrebbe pilotare al traguardo Peter Sagan ma indugia nel mettersi all’inseguimento, lasciando ai lilla-blu della Lampre il compito di chiudere. Al penultimo giro i fuggitivi hanno ancora 3’ 50’’, tengono la posizione, si frazionano poi in gruppetti. L’ultimo tentativo di resistenza è del kazako Shushemoin e di Elia Favilli, che riescono ancora a transitare dall’ultimo GPM, prima di cedere al gruppo. Il treno della Lampre ricuce quando mancano tre al traguardo, prima Shushemoin, poi anche Favilli. Ulissi prende la ruota di Daniel Oss, esce in testa dalla curca e sul rettilineo nel centro di Carnago non c’è storia, il toscano di Donoratico (ma nato a Cecina, paese di Paolo Bettini) vince senza difficoltà, su Andrea Palini e Daniel Oss. Ulissi è soddisfatto della terza vittoria di stagione, al primo anno di professionismo dopo stagioni di successo da dilettante: «Devo ringraziare la squadra che mi ha pilotato fino al traguardo, poi ho fatto la mia parte. Quando mancavano 150 chilometri, noi ci siamo sobbarcati noi la responsabilità dell’inseguimento dei fuggitivi. A 400 metri è partito Oss, sapevo che era la ruota giusta».

Galleria fotografica

Gran Premio di Carnago 2012 4 di 23

Gran Premio Industria Commercio Artigianato Carnaghese
Ordine di arrivo: 1) Diego Ulissi ( Lampre ISD) km 199,700 in 4h50’ media 41,317, 2) Andrea
Palini (Team Idea) a 1”, 3) Daniel Oss (Liquigas Cannondale), 4) Davide Rebellin ( Meridiana
Kamen Team), 5) Josè Serpa Perez (Androni Venezuela), 6) Stefano Locatelli ( Colnago CSF), 7)
Enrico Barbin (Colnago CSF), 8) Luca Mazzanti ( Farnese Selle Italia), 9) Emanuele Sella (Androni
Venezuala), 10) Gabriele Bosisio ( Utensilnord Named).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 agosto 2012
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Gran Premio di Carnago 2012 4 di 23

Galleria fotografica

I tifosi al Gran Premio Carnago 4 di 13

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.