A Milano è straniero un parrucchiere su due

Tra le professioni di parrucchieri ed estetisti boom delle imprese gestite da cittadini extracomunitari

Moda etnica o più semplicemente piega "low cost"? Qualunque sia la ragione, il dato parla chiaro: in Italia e soprattutto in Lombardia il numero di imprese straniere tra i parrucchieri e gli estetisti sta vivendo un boom. 
Secondo i dati diffusi oggi dalla Camera di Commercio di Milano, sono circa 1.200 le imprese straniere che nella nostra regione offrono servizi di parruchieria ed estetica, il 5,3% del totale, in crescita del 12,9% in un anno. In oltre 8 casi su 10 si tratta di imprese gestite da cittadini nati in paesi extracomunitari (996 imprese, 83,6% del totale) mentre il 16,4% proviene dall’Unione Europea. Milano è prima con quasi un parrucchiere straniero su due tra gli attivi in regione, seguita da Brescia e Bergamo. Tra le nazionalità emergono cinesi (nel 32,1% dei casi), svizzeri (11,5%) e marocchini (5,3%).
In Italia sono oltre 6 mila le imprese straniere in questi settori. Per il 68,1% sono imprese extracomunitarie (circa 4.600) che si concentrano oltre che in Lombardia (21,5%) soprattutto nel Lazio (10%) e in Piemonte (7,9%). 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.