Al controllo in aeroporto spunta un coccodrillo

L'esemplare imbalsamato era nel bagaglio di un turista proveniente dal Sud America

I funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Torino in servizio all’aeroporto “Sandro Pertini”, hanno scoperto, insieme ai militari della Guardia di Finanza, un turista proveniente dal Sud America in possesso di un esemplare di coccodrillo imbalsamato, protetto dalla Convenzione CITES (Convention on International Trade in Endangered Species) per la tutela delle specie di flora e fauna minacciate di estinzione.
In seguito all’esame del NOC (Nucleo Operativo Cites del Corpo forestale dello Stato), è stato accertato che si tratta di un esemplare della specie “Caiman yacare”. Poiché il viaggiatore non possedeva la necessaria documentazione per il trasporto, i funzionari doganali hanno proceduto al sequestro dell’esemplare che è stato affidato al locale NOC e alla contestazione dell’illecito amministrativo che prevede una sanzione fino a seimila euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.