Allo Iat oltre mille turisti al mese, uno su due è straniero

Crescono i francesi e gli olandesi. Permanenza media in città 2 giorni. Il primo bilancio della stagione

turista fotoDal 1° giugno 3000 turisti e visitatori hanno fatto tappa allo IAT di via Romagnosi. E nel mese di luglio, su 1648 utenti complessivi, il 54,92 % era straniero.
I dati sono stati forniti oggi dall’assessore alla Promozione Turistica Sergio Ghiringhelli. “Sono numeri interessanti – ha spiegato – : stiamo valutando i flussi per capire anche strategie future, quali sono i luoghi preferiti e su cosa puntare a livello di promozione. La durata media del soggiorno in città, con visite sul territorio, è di due giorni. Le informazioni più richieste riguardano le mete da visitare in provincia e materiale turistico e sugli eventi organizzati. Rispetto agli scorsi anni cresce il turismo proveniente da Francia e Olanda, circa il 20% in più dell’anno scorso. Si registra una contrazione generale del flusso turistico, ma dal nostro osservatorio possiamo dire che stiamo tenendo nonostante la crisi. I turisti cercano soluzioni economiche di ospitalità che garantiscano comunque qualità e comfort. Lo Iat fornisce anche supporto ai varesini, per il rilascio delle tessere per il gimme bike ad esempio, con oltre 80 richieste in due mesi”.
Entrando nel dettaglio dei dati, a giugno gli utenti sono stati 1286 (582 uomini e 704 donne), di cui il 38,18% stranieri e il 52,49% non residenti. Si registra un 12,91% di tedeschi, seguiti dai francesi provenienti in prevalenza dalla zona di Parigi (5,05%), da cittadini del Regno Unito (4,67%) e dalla Svizzera (3,03%). 14 visitatori provenivano dal Nord America, zona dell’Ontario, 3 dall’Australia, 2 da Israele, 4 dal Giappone, 5 dalla Cina, 8 dai paesi scandinavi. Il 50,70% degli utenti ha un’età superiore ai 50 anni.
Luglio ha visto una prevalenza di stranieri. Su 1648 utenti (786 uomini e 862 donne), 905 sono, infatti, stranieri: il 19,24% tedeschi, il 12,01 per cento olandesi, il 9,77% francesi. Due i russi, 5 gli australiani, 5 da Israele, 10 dalla Cina e 34 svizzeri.
Per quanto riguarda gli italiani, la maggior parte proviene da Veneto, Piemonte, Emilia e Toscana.
Molto afflusso anche nella giornata di ieri, 1° agosto, per la festività in Svizzera: 80 utenti di cui 18 della Svizzera tedesca e francese.
In merito alle strutture ricettive, molto interesse per Bed&Breakfast, campeggi e case in affitto nella zona dei laghi e per gli hotel di categoria media. I luoghi varesini più richiesti per le visite o per ricevere materiale informativo sono la città (centro, giardini, ville, musei), il Sacro Monte ed il Campo dei Fiori, piste ciclopedonali (sul lago di Varese e in provincia soprattutto da parte di olandesi), il trekking al Parco Campo dei Fiori, il lago Maggiore (Eremo di Santa Caterina e Isole Borromeo), le zone dei laghi balneabili (da Monate a Luino). Infine, soprattutto gli stranieri chiedono info su ristoranti che propongono piatti tipici regionale come risotto, gnocchi e formaggi.
L’ufficio resta aperto tutto agosto con i seguenti orari:
fino al 12 da lunedì a sabato dalle 9.30 alle 13 e dalle 14 alle 18.30 (ad eccezione del martedì 9.30-13 e 15-17); domenica dalle 9.30 alle 13
dal 13 al 26 agosto, lunedì a sabato 9.30-15.30 e domenica 9.30-13

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.