Approvato il Piano Diritto allo Studio

Soddisfatto l’assessore Borghi: “Un piano da 470mila euro, il 10 per cento in più rispetto all’anno scorso”

L’ultimo Consiglio Comunale ha visto l’approvazione del documento che garantisce il funzionamento delle scuole, ovvero il Piano Diritto allo Studio per l’anno 2012 – 2013. «Ringrazio gli uffici comunali e in particolare gli uffici Scuola e Sevizi Sociali e la collaboratrice del Servizio Civile per l’impegno profuso nella stesura del Piano Diritto allo studio – ha commentato soddisfatto l’Assessore alla Pubblica Istruzione e Servizi Sociali Dario Borghi -. Anche grazie al loro impegno siamo riusciti a presentare e a far approvare il Piano Diritto allo Studio nei tempi previsti. La spesa che il Nostro Comune deve sostenere per contribuire a mantenere un buon livello di prestazione scolastiche è notevole. Abbiamo investito per l’anno scolastico 2012-2013, 470mila euro, 41mila euro in più rispetto all’anno scorso».

«A fronte dei tagli indiscriminati e continui alla spesa sociale dal versante “Stato centrale”, assistiamo ad un crescente aumento della domanda di contributo alla partecipazione della spesa da parte, in questo caso, delle istituzioni scolastiche pubbliche , paritarie e private verso i Comuni, Enti Territoriali più vicini alla popolazione - prosegue Borghi -. I tagli ai fondi per le politiche sociali, i tagli agli Enti Locali stretti nella morsa del patto di stabilità, l’imminente e secondo me iniqua riforma dell’ISEE riversano e riverseranno sui Comuni le aspettative di risoluzione dei problemi economici conseguenti. In conclusione sollecito i Consiglieri Comunali che si riconoscono a diverso titolo nei Partiti che hanno governato e governano l’Italia ad attivare tutte le iniziative possibili al fine di favorire un’alleanza tra politica, Comuni e altre Istituzioni Locali, Associazioni del Terzo settore, e singoli Cittadini. Tale alleanza dovrà avere come obiettivo quello di proporre una radicale modifica alle politiche sociali degli ultimi anni che consenta ai Comuni di tornare ad investire nel Sociale».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.