Arrivano i fondi per l’educazione alla legalità

L'assessorato alla sicurezza ha stanziato 300 mila euro per dare seguito agli impegni presi con la legge sulla promozione della legalità. Presto verranno istituiti bandi per la presentazione di progetti

 Su proposta dell’assessore della Regione Lombardia alla Protezione civile, Polizia locale e Sicurezza
Romano La Russa, la Giunta ha approvato i criteri e le modalitą per l’assegnazione dei finanziamenti a progetti che riguardino la sicurezza e la legalitą, finanziando i bandi relativi con 300.000 euro.

ATTUAZIONE LEGGE 2 – "Con questo provvedimento – ha spiegato l’assessore Romano La Russa – diamo concreta attuazione, con specifici bandi, a quanto stabilito dalla legge regionale 2 del 14 febbraio 2011, che prevedeva il concorso della Regione allo sviluppo dell’ordinata e civile convivenza, contribuendo all’educazione alla legalitą, alla crescita della coscienza democratica, all’impegno contro la criminalitą organizzata e diffusa e contro le mafie". A beneficiare dei finanziamenti potranno essere associazioni, enti, istituti di ricerca, universitą, istituti scolastici, Enti locali, Camere di commercio, associazioni di categoria economiche e imprenditoriali, oratori e realtą di enti di culto, con cui lo Stato ha regolato i rapporti.

I PROGETTI FINANZIABILI – Tra i progetti da attuare rientrano, tra gli altri, le iniziative di sensibilizzazione e formazione mirate ai giovani rispetto a bullismo, cibersecurity, sicurezza stradale; programmi sulla legalitą rivolti ai giovani di 16/18 anni, che hanno abbandonato gli studi; attivitą formative rivolte agli insegnanti e agli educatori per l’educazione alla legalitą; azioni di informazione sulla sicurezza e sulla prevenzione e formazione sulla legalitą e criminalitą organizzata; attivitą di tipo culturale e di spettacolo, compresa la realizzazione di software e giochi didattici contro l’illegalitą.
A ciascun progetto, cofinanziabile nella misura massima dell’80 per cento delle spese fatturabili, potranno essere erogati un minimo di 10.000 e un massimo di 30.000 euro. "Regione Lombardia – ha concluso l’assessore La Russa – conferma con questa iniziativa il suo fermo impegno a favore della
sicurezza e del contrasto alla criminalitą, promuovendo la cultura della legalitą".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.