Bolt è ancora il re dei 100 metri

Il giamaicano stacca tutti e vince l'oro con 9,63, nuovo record Olimpico. Sul podio anche Blake e Gatlin

Non c’è Blake che tenga, e neppure Gatlin o Gay. Usain Bolt rimane sul trono dei 100 metri olimpici polverizzando la resistenza sia interna (intesa come Jamaica) sia esterna (Usa su tutti). A Londra il fenomenale sprinter 26enne vince l’oro nella gara principe dei Giochi bissando il successo di Pechino; questa volta non arriva il record del mondo ma "solo" quello olimpico con un comunque fantastico 9,63. Alle sue spalle l’argento va all’amico e connazionale Yohan Blake che aveva battuto Bolt ai trials giamaicani (9,75, primato personale) mentre il bronzo è di Justin Gatlin che tiene dietro di sé i connazionali Gay e Bailey e torna da protagonista dopo la squalifica per doping. Niente da fare invece per l’altro giamaicano, Asafa Powell, ultimo e distaccato a causa di un infortunio: per lui staffetta a rischio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.