Candiani: “Sagra dei contadini, finanziamenti grazie a me e Galli”

Nuova polemica sulla mancata organizzazione della Zootecnica. Spunta una lettera dell’ex sindaco che ammetteva difficoltà economiche. Lui precisa: “Dalla Provincia 20mila euro per la nuova iniziativa”

Si lavora celermente in villa Inzoli per la prima edizione della sagra “Contadini in villa”. L’iniziativa, in programma per l’8 e 9 settembre, è nata in sostituzione della mostra Zootecnica, non confermata dall’amministrazione Cavalotti per questioni economiche di bilancio. Dopo la polemica di giugno, in cui l‘amministrazione ha espresso le proprie motivazioni e le critiche della Lega Nord, l’assessore Giuseppe Scrivo commenta duramente una lettera che lo stesso ex sindaco Stafano Candiani aveva scritto a febbraio a Regione Lombardia: «Tanti ex amministratori sono rimasti sorpresi dalla notizia che non ci fossero fondi sufficienti per la realizzazione della fiera zootecnica, ma la lettera svela alcune verità sottaciute».

La lettera a cui si riferisce è datata febbraio 2012 ed è indirizzata all’assessore regionale Giulio De Capitani e all’assessore provinciale Bruno Specchiarelli: «All’interno del bilancio 2012, in fase di approntamento, i fondi a disposizione per manifestazioni culturali ed eventi di rilievo tra cui rientra la mostra zootecnica, subiranno drastiche riduzioni, che compromettono l’organizzazione della manifestazione agricola di settembre, confermata nel 2011, come la più importante del genere della Provincia di Varese – scrive l’allora sindaco Stefano Candiani -. Si chiede pertanto di voler valutare la possibilità di erogare anche quest’anno un contributo straordinario pari almeno a quello erogato nel 2011, a parziale copertura delle spese organizzative. È con rammarico, di contro, confermare sin d’ora che questa amministrazione non potrà sostenere le spese necessarie e garantire, solo con i propri mezzi economici, lo svolgimento della 31esima edizione della mostra. Sicuramente non potrà mantenere gli standard di qualità dal punto di vista agricolo zootecnico che ne hanno contraddistinto in particolare l’ultima edizione dello scorso settembre, organizzata in collaborazione con il contributo economico di Regione Lombardia e Provincia di Varese». 

Dura la risposta di Candiani, oggi consigliere comunale della Lega Nord tra i banchi dell’opposizione: «Con quella lettera, cercavo di portare a casa anche i 5mila euro che La provincia ci aveva dato in via straordinaria in più per festeggiare la trentesima edizione – spiega l’ex sindaco puntando il dito contro l’attuale amministrazione -. Loro, che è tanto poco, non si sono nemmeno spesi a scrivere una lettera o a contattare gli uffici della Provincia e della Regione. Non a caso solo per l’ interessamento mio e di Galli, la Provincia darà il contributo di 20mila euro a Pan de Mej per organizzare la sagra in alternativa alla zootecnica. E la Regione ha dato il patrocinio all’iniziativa. Nessuna richiesta da parte del Comune. Solo l’impegno e l’interessamento mio e di Galli».
«Faccio notare – conclude Candiani – che sabato il consiglio comunale (maggioranza inclusa) ha approvato il conto consuntivo 2011, con un avanzo di oltre 2 milioni di euro. Come tutti gli altri anni da lì veniva la copertura per spese tipo la zootecnica (stiamo parlando di 30.000 euro). Il problema è che si sono dimostrati una volta di più inadeguati al ruolo di governo della città per il quale avevano garantito ai cittadini di essere pronti. Il Comune alla fine nella nuova manifestazione ci mette solo 2.500 euro che erano già destinati al concorso per le vacche piemontesi. Scrivo, tacesse. E pensasse a bagnare il prato in villa Centenari».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.