Chirurgia mini-invasiva: summer school su sviluppi e novità

Si svolgerà il 6 e 7 settembre la sesta edizione della scuola estiva dedicata alla chirurgia mini-invasiva

Si svolgerà il 6 e 7 settembre la sesta edizione dell’Insubria International Summer School
(IISS)
dedicata quest’anno alle nuove tecniche acquisite nel campo della chirurgia mini-
invasiva o chirurgia endoscopica, la quale si propone di raggiungere gli stessi obiettivi delle
tecniche chirurgiche classiche attraverso un via di accesso ad organi addominali o toracici
che riduca al minimo il trauma chirurgico legato all’attraversamento della parete addominale
o della parete toracica nonché limitando al minimo la manipolazione degli organi. L’impiego
di questa tecnica permette una rapida ripresa del paziente nel decorso post-operatorio, la
riduzione del dolore e delle complicanze tradizionali (infezioni di ferita, complicanze cardio
respiratorie, vascolari, il rischio di laparoceli etc.), nonché una riduzione degli inestetismi
legati alla cicatrice chirurgica.

Presso la Chirurgia Generale I, sotto la Direzione del Professor Renzo Dionigi, questa tecnica
innovativa viene praticata in interventi specifici sin dal 1991. L’ ampliamento delle indicazioni
e il crescente numero di interventi eseguiti con tecnica Mini-Invasiva, hanno determinato
l’esigenza di creare un Centro di Ricerca Universitario specifico in tale settore, Centro
Ricerche in Chirurgia mini-invasiva, diretto dal Prof. Luigi Boni e attivo dal 2007 all’Ospedale
di Circolo di Varese.

La Summer School “Recent progresses and future trends on minimally invasive surgery” si
pone come obiettivo di fare un bilancio sull’utilizzo di questo metodo in Italia e all’estero
grazie all’intervento di eminenti docenti internazionali di fama mondiale e sarà presieduta da:
Sir Alfred Cuschieri, Dundee UK; Paul Curcillo, Philadelphia USA; Luigi Boni, Varese Italy e avrà come Presidente onorario il Prof. Renzo Dionigi.

Oltre a letture magistrali e presentazioni da podio, tenute da chirurghi provenienti
da tutti i continenti, verranno trasmessi in alta definizione interventi chirurgici dalle sale
operatorie di Varese e di altri centri mondiali all’avanguardia per questa tecnica, tra cui
l’IRCAD di Strasburgo e l’Università di Dundee nel Regno Unito. Assisteranno in diretta,
intervenendo estemporaneamente con domande e richieste di chiarimenti, i medici presenti
nell’Aula magna dell’Università degli Studi dell’Insubria, sede del congresso.
Come spiega il professor Luigi Boni, direttore del Centro Ricerche in Chirurgia mini-
invasiva dell’Università degli Studi dell’Insubria: «Questo evento è riuscito a radunare a
Varese una faculty di chirurghi veramente di prima categoria: sono veramente orgoglioso
della risposta dei colleghi che, sempre molto impegnati con la loro pratica clinica e
accademica, hanno deciso di fare parte attiva di questo evento, sicuramente anche grazie
all’amicizia personale che mi lega con la maggior parte di loro. Altro elemento di orgoglio
è aver avuto la possibilità di chiamare a partecipare alcuni giovani colleghi italiani che
hanno trovato la fama e il meritato successo in istituzioni estere prestigiose, magari nellasperanza che un giorno decidano di tornare nel nostro paese, portando con sé l’esperienza
maturata. Tra questi ci tengo a ricordare la Dr.ssa Perretta e il Dr. Donatelli da Straburgo; il
Prof Giulianotti attualmente a Chicago; il Dr.Polignano, consultant surgeon a Dundee e il Dr
Alesina, Essen in Germania.
Sono sicuro che i colleghi che parteciperanno a questo evento lo troveranno non solo
interessante ma anche utile per modificare o confermare la loro pratica clinica; inoltre credo
di non esagerare nel dire che, grazie allo sforzo del comitato organizzatore e di diverse
componenti dell’ Università degli Studi dell’Insubria, non da ultimo il SIC di Como che si è
occupato della gestione delle videoconferenze, per due giorni Varese sarà al centro della
comunità chirurgica nazionale ed internazionale.».

Oltre duecento sono i partecipanti provenienti dagli ospedali di tutto il mondo, per ascoltare
gli oltre quaranta relatori: i maggiori esperti a livello internazionale di chirurgia endoscopica.

Sede del corso è l’Aula Magna dell’Università degli studi dell’Insubria a Varese. La lingua
ufficiale è l’inglese.

Per partecipare è necessario iscriversi contattando: Artcom s.r.l. e-mail: artcom@artcomsrl.it

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.