“Contro il Bologna non saremo una comparsa”

Ultima rifinitura del Varese prima della trasferta di Coppa Italia al Dall'Ara. Pucino giocherà come centrale difensivo e Zecchin a centrocampo. Castori insiste per avere Marino dalla Reggina

«Il terzino deve seguire l’azione». Castori urla durante la rifinitura al Franco Ossola prima della partita di Coppa Italia contro il Bologna (sabato ore 20 e 45). Il mister del Varese è carico e vuole concentrazione dai suoi giocatori anche perché dovrà fare i conti con molte assenze, soprattutto nel reparto difensivo.
Nella partitella Castori ha provato alcune soluzioni inedite che probabilmente riproporrà al Dallara: Bastianoni in porta, Pucino difensore centrale al fianco di Troest, Fiamozzi a destra e Grillo a sinistra. Zecchin a centrocampo a dettare i ritmi del gioco al fianco di Corti, mentre a Nadarevic e all’estone Kink il compito di servire palloni per Ebagua e De Luca, quest’ultimo apparso già in ottime condizioni. Neto ha dato segni di grande miglioramento e non è escluso che trovi spazio nella ripresa. «Non ha ancora i minuti nelle gambe – dice Castori – ma quando il ritmo si abbassa l’ingresso di un giocatore di grande qualità come lui può fare la differenza. In questo momento ha bisogno di giocare e io ho la curiosità di buttarlo in pista».

L’allenatore dei biancorossi vuole vendere cara la pelle. «Il Varese a Bologna non farà la comparsa e non sarà una vittima predestinata». Le ultime polemiche e la contestazione della curva nei confronti di Ebagua  non hanno lasciato strascichi nello spogliatoio. «Sono abituato a situazioni anche peggiori, sono abbastanza vaccinato. Mi preoccupano di più gli infortuni» dice con un sorriso Castori che a Bologna dovrà fare a meno di Bressan, Carrozzieri,Wagner, Rea, Eusepi, Pompilio e Miracoli. «La partita di Bologna – continua il mister – è importante per la condizione fisica. Le assenze ci costringono a fare di necessità virtù, senza lamentarsi cercando invece di trovare soluzioni giuste. Zecchin ha qualità e ha visione di gioco. Pucino nasce come difensore centrale e poichè il Bologna davanti è veloce, più che centimetri mi serve velocità».

Campagna acquisti – Castori ha parlato a lungo al centro del campo con l’amministratore delegato Enzo Montemurro. All’appello manca ancora un centrocampista e un difensore centrale. Il mister del Varese vorrebbe fortemente Antonio Marino, classe 1988, in forze alla Reggina. «Il suo arrivo – spiega l’allenatore – completerebbe il pacchetto difensivo e con otto giocatori avremmo le giuste alternative sia a destra che a sinistra. Inoltre, con l’arrivo di un centrale mancino potrei utilizzare Struna, quando rientrerà tra un mese, come mediano». Castori ha infine sottolineato l’importanza dei giovani, in primis di Fiamozzi e Lazaar: «Chi gioca e chi non gioca lo decide il campo, non il nome sulla carta d’identità».

I convocati per Bologna: Bastianoni, Pucino, Troest, Fiamozzi, Grillo, Zecchin, CortiKink, Nadarevic, Ebagua, De Luca. (Milan, Lazaar, Damonte, Neto, Filipe, Carrieri, Momenté, Martinetti)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.