Fabrizio Macchi, addio al sogno delle Olimpiadi?

Il ciclista varesino è stato deferito dalla Procura antidoping del Coni, che ha chiesto 8 mesi di squalifica per la frequentazione del dottor Michele Ferrari

Fabrizio Macchi dovrà molto probabilmente dire addio al sogno di partecipare alle Paraolimpiadi di Londra: il ciclista varesino è stato deferito dalla Procura antidoping del Coni che ha chiesto 8 mesi di squalifica, dopo aver ascoltato ieri la deposizione dell’atleta. Il motivo del deferimento sarebbe la frequentazione di Michele Ferrari, che è un "soggetto inibito" dal Coni, per il coinvolgimento in casi precedenti di doping su altri atleti.
La decisione definitiva sulla partecipazione ai Giochi di Londra 2012 spetta al Comitato paralimpico, ma a questo punto – vista la richiesta di condanna – la partecipazione di Macchi pare esclusa. L’atleta varesino era medaglia di bronzo ad Atene 2008 nell’inseguimento.

Macchi si era detto tranquillo e aveva spiegato nella mattinata di ieri a VareseNews di non essere stato ancora contattato dalla Procura, pur aspettandosi una chiamata a comparire dopo gli articoli apparsi sui giornali. Aveva spiegato che aveva sì conosciuto Ferrari ma che aveva frequentato il suo studio per collaborare con la figlia del medico, impegnata in una tesi di laurea.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.