“Gimme some lovin” chiude la undicesima edizione del Vallemaggia Magic Blues

Wolfgang Kalb ha aperto la serata conclusiva in solitaria

vallemaggiaSulle note dell’immortale "Gimme some lovin’", scatenato hit dello Spencer Davis Group, proposto quale bis dal supergruppo R’n’B All Stars, con tutta la piazza di Avegno in festa, è calato il sipario sulla splendida undicesima edizione del Vallemaggia Magic Blues. Wolfgang Kalb ha aperto la serata conclusiva in solitaria. Set acustico che possiamo accostare alla
performance del gruppo di Marco Marchi, un country blues che pesca nel serbatoio che va dagli anni ’20 agli anni ’40.
Scatenati ragtime alternati a ballate intimistiche, brani standard della tradizione Blues di grandi nomi quali Muddy Waters,
Robert Johnson e Blind Blake. Notevole la tecnica alla slide e il suo fingerpicking.
Il sigillo finale è spettato invece ad un vero e proprio supergruppo. Chi era giovane negli anni ’70 si ricorda di tutti questi  musicisti: Pete York, batterista (splendido il suo assolo) del mitico Spencer Davis Group, Maggie Bell (ora anche con la Hamburg Blues Band), cantante degli Stone the Crow, il chitarrista Miller Anderson (Keef Hartley Band) e lo straordinario
bassista Colin Hodgkinson dei Back Door, un gruppo mai apprezzato come invece meritava! Ebbene anche quest’anno questi musicisti inglesi si sono uniti per ridar vita a brani noti e meno noti targati british blues anni ’60 e 70′, come l’iniziale Wishing well dei Free o il già citato bis. Performance di alta classe con la presenza sul palco quale ospite del tastierista Zoot Money, anch’egli ex-membro dello Spencer Davis Group. Insomma la "crème de la crème" e chi era scettico vista l’età da  pensione dei musicisti ha dovuto ricredersi. Incredibile la loro verve, come ragazzini!
Pubblico numeroso, giovedì sera per la sorprendente e calda voce della scatenata "nuova lady del blues", Jessy Martens, che in apertura di serata ha saputo coinvolgere il pubblico grazie alla sua presenza scenica e ad una solida band. In scaletta brani originali dal sapore rock-soul, anche se, a dire il vero, a livello compositivo la band ha ancora ampi margini di miglioramento. Di grande impatto anche la Blues Explosion 2012, in pratica tre concerti in uno! A turno sul palco le tre star, accompagnata da una affiatata e rocciosa band. Ad aprire l’esperienza e la classe di Texas Slim, ottimo chitarrista (un
incrocio tra Johnny Winter, soprattutto la voce, e Steve Ray Vaughan), che ha presentato il suo coinvolgente Texas boogie, il  momento migliore della serata. A seguire la voce di Vivian Kelly, con il suo Chicago blues non sempre convincente. Evidente  il calo di tensione dopo lo show di Texas Slim. A risollevare l’ambiente l’armonicista Brian Tempelton (già ad Avegno qualche  anno fa). Voce calda e grande presenza sul palco per una serata che si è protratta fino alle ore piccole.
E’ finita insomma con la solita grande festa che anno dopo anno da sempre maggior risalto a questo Vallemaggia Magic  Blues, baciato quest’estate da tempo ideale. Malgrado l’abbuffata di buona musica siamo già curiosi di sapere cosa ci  porterà l’edizione del 2013. Per ora marcatevi le date. Si partirà, con ogni probabilità, il 4 luglio a Brontallo per concludere la
kermesse il 3 agosto 2013, quasi certamente ad Avegno. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.