Giurisprudenza al top della guida Censis/Repubblica

La facoltà (ora Dipartimento) dell'Insubria si piazza infatti quinta tra le 45 facoltà omologhe del Paese. Migliore, a punteggio pieno, per produttività

Insubria a ComoAnche quest’anno, la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi dell’Insubria (ora Dipartimento di Diritto Economia e Culture) ottiene un prestigioso posto in classifica nella guida delle Università redatta dal quotidiano la Repubblica in collaborazione con Censis Servizi: si piazza infatti quinta tra le 45 facoltà omologhe del Paese. Come altre otto di queste, ha conservato la valutazione AAA nel rating di Censis/Repubblica, che viene attribuita solo alle facoltà che stazionano ai piani alti della classifica per più anni.

La Facoltà di Giurisprudenza dell’Insubria, che si chiamerà d’ora in poi Dipartimento di Diritto Economia e Culture, ha ottenuto la sua migliore performance, come l’anno passato, sul fronte della produttività: «è oltremodo lusinghiero che, a livello nazionale, nella comparazione con tutte le altre 45 Facoltà di Giurisprudenza valutate, solo a quella dell’Insubria sia stato assegnato il massimo dei voti, ossia 110/110 – precisa una nota di Univercomo, l’associazione che promuove le facoltà comasche dell’Insubria – Superando, per questo fattore, anche le quattro facoltà che la precedono nella classifica generale».

Un voto cosi alto in "produttività" significa, in soldoni, che gli studenti del primo anno, meno di tutti gli altri in Italia, abbandonano gli studi dopo l’iscrizione; che riescono, più di tutti gli altri, a superare regolarmente gli esami del proprio corso, conseguendo ogni anno i crediti previsti dal corrispondente manifesto degli studi; che sono rispettosi, più di tutti gli altri, dei tempi previsti per dare gli esami e raramente vanno fuori corso; e che si laureano, più di tutti gli altri, nei tempi previsti dal manifesto degli studi. Una valutazione quindi che premia l’efficienza organizzativa con cui gli studenti vengono accompagnati nel percorso.

Cresce inoltre di ben 18 punti – rispetto al 2011 – la valutazione della ricerca, come effetto della attiva partecipazione dei docenti a progetti scientifici nazionali e internazionali e del tasso di successo nell’ottenerne il finanziamento (dati MIUR, Cineca, Anvur).  Cresce di un solo punto, invece, la valutazione relativa ai rapporti internazionali (89), che già l’anno scorso aveva fatto un balzo avanti di 8 punti.

Come l’anno scorso, oltre alla tripla A, il voto finale assegnato alla Facoltà/Dipartimento di Giurisprudenza dell’Insubria (92,5) la colloca al primo posto tra le 7 Facoltà giuridiche pubbliche della Lombardia, davanti a Pavia (90,3), Milano Bicocca (89,8), Milano statale (89,5), Brescia (88,8) e Bergamo (78,5).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.