Il Comune rafforza il fondo di solidarietà per gli affitti

La giunta comunale ha deciso di stanziare risorse aggiuntive per aiutare i singoli e le famiglie che hanno visto crollare il proprio reddito a causa della crisi

Il Comune di Legnano dà una mano ai cittadini in difficoltà nel pagare il canone di locazione: la giunta ha infatti deliberato di aderire al Fondo istituito lo scorso mese di luglio da Regione Lombardia (“Fondo sostegno disagio acuto”) integrando quanto deciso dalla Giunta Formigoni e ampliando sensibilmente la tipologia di famiglie che potranno beneficiare di questo contributo economico, riservato a cittadini e famiglie a basso reddito che abitano in alloggi di soggetti privati e che hanno problemi nel pagamento del canone di affitto.
Rispetto ai precedenti bandi, quest’anno la Regione ha previsto dei criteri più restrittivi per poter accedere ai fondi, in particolare ha diminuito notevolmente la soglia Isee-Fsa (Fondo sostegno affitti) oltre la quale non sarà possibile erogare il contributo; infatti, se nel 2011 prevedeva un Isee-Fsa di 12.500 euro, per l’anno 2012 ha abbassato il limite a 4mila euro, stabilendo altresì che il contributo debba essere riconosciuto in via prioritaria ai richiedenti con Isee-Fsa di 3.500 euro.
La causa principale di tale scelta è da riscontrarsi nella drastica riduzione delle risorse statali trasferite alle Regioni e nella conseguente riduzione delle risorse poste in essere dalla Regione Lombardia.
«In tale condizione – afferma l’assessore alle Politiche Sociali Gian Piero Colomborischiano di rimanere escluse dal Fondo Sostegno Affitti molte persone e molti nuclei familiari che si trovano al limite della soglia di povertà e che si trovano (o potrebbero trovarsi a breve) in una condizione di morosità, tra cui anche i pensionati con il trattamento minimo o con la pensione sociale e i lavoratori disoccupati o in cassa integrazione». Per far fronte a questa situazione, l’Amministrazione comunale ha messo a disposizione risorse proprie aggiuntive a quelle previste dal fondo regionale e, con una delibera di Giunta, ha deciso di innalzare il limite Isee-Fsa a 9mila euro, assumendosi interamente gli oneri relativi ai contributi che verranno erogati ai cittadini con un reddito Isee-Fsa compreso tra i 4000 e i 9000 euro.
«Di fronte alla complessità dei problemi – prosegue l’assessore Colombo -, tale decisione non risolve tutte le criticità presenti, anche per l’entità del contributo che potrà essere erogato (massimo 1.200 euro), ma lo sforzo dell’Amministrazione consentirà di non escludere dal Fondo quei soggetti che realmente si trovano in condizioni di estremo disagio». Per quanto riguarda le modalità di erogazione dei fondi, la Regione ha stabilito che il contributo deve essere erogato direttamente al locatore a fronte di alcune garanzie: non aggiornare il canone del contratto, rinnovare il contratto in scadenza senza aumentare il canone. In assenza di queste garanzie il contributo va erogato all’inquilino.

I cittadini interessati potranno ritirare e riconsegnare il modulo per la presentazione della domanda  a partire da lunedì 3 settembre presso il Settore Attività Socio-Assistenziali, in via XX Settembre 30 (Padiglione B5), da lunedì a venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,30. Per l’anno 2012 il termine di presentazione della domanda per il “contributo affitto”  scade il 31 ottobre 2012.
L’Ufficio Alloggi per garantire un ordinato afflusso del pubblico, evitando così ai cittadini inutili code, riceverà le domande su appuntamento a partire dal 3 settembre 2012. Per ulteriori informazioni e richiesta appuntamento contattare l’Ufficio Alloggi (Signora Adriana Turco: tel. 0331/472.525/512).


di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.