L’assessore: “Abbiamo pochi strumenti ma risolveremo il problema”

Gennaro Portogallo annuncia misure per limitare il campeggio e la sosta entro la fine dell'estate e si dice "dispiaciuto" per i disagi subiti dai residenti del lungofiume di Tornavento che protestano contro il degrado

Gennaro Portogallo è dispiaciuto, l’assessore alla sicurezza di Lonate Pozzolo però non ci sta a passare per quello che se ne sta con le mani in mano annunciando iniziative a tutela dell’area del lungoTicino e in difesa dei residenti che protestano contro il degrado crescente che sta colpendo un piccolo paradiso: «Mi rendo conto della brutta situazione che stanno vivendo e già 20 giorni fa sono stato da loro per vedere con i miei occhi quello che stava accadendo a Tornavento – racconta – abbiamo pensato ad un’ordinanza di divieto di sosta per i camper ma recenti sentenze della Corte di Cassazione hanno giudicato discriminanti tali iniziative».
In realtà è già pronta una misura alternativa: «Abbiamo pensato ad un’ordinanza che vieti il campeggio – spiega – questa potrebbe essere applicata anche ai camper dei nomadi e ci permetterebbe di intervenire non appena la sosta si prolungasse oltre un certo tempo». Non solo, si pensa anche ad una sosta per le vetture regolata dal disco orario: «Vorremmo trasformare i parcheggi liberi, attualmente presenti, in sosta oraria». Queste iniziative sono ancora in fase di studio ma l’assessore vorrebbe farle diventare operative già entro la fine di questa estate: «E’ vero che la stagione sta volgendo al termine ma in questo modo ci faremo trovare pronti per la prossima».

Portogallo respinge, infine, l’accusa di chi sostiene non sia stato fatto nulla in queste settimane e conclude: «Più volte i nostri agenti di Polizia Locale sono andati a Tornavento per controllare la situazione e sono riusciti anche a sequestrare uno dei camper perchè sprovvisto di assicurazione. Questo è quello che ci è stato permesso di fare, al momento, dalle leggi. Per quanto riguarda le ipotesi di presenza di spacciatori non abbiamo notizie in merito ma diciamo ai residenti di denunciare qualsiasi episodio alle forze dell’ordine. In questo ci troveranno al loro fianco».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.