La “Casa di Marina” ha finalmente un tetto

Procede a passo spedito la costruzione della nuova sede della Cooperativa L'Arca. Come già deciso l'anno scorso, l'obiettivo è finire i lavori entro novembre

Procede a passo spedito la costruzione della nuova sede della Cooperativa L’Arca. Come già deciso l’anno scorso, l’obiettivo è finire i lavori entro novembre.
Come dimostrano le foto pubblicate sul sito dell’associazione, la struttura ha ormai preso forma e i lavori sono arrivati al tetto.
La Wolf House con i suoi operai e tecnici sta lavorando incessantemente. Sono al lavoro anche due squadre di elettricisti e idraulici che inizieranno le opere di impiantistica.
Per la cooperativa Arca quella della nuova "casa" era una vera e propria sfida.  Si parla infatti di una struttura di qualità, da 900 metri quadri di superficie coperta, con un costo di 1 milione e 100mila euro. Marina era una collega che Arca ha deciso di ricordare dando il suo nome alla sede. Per finanziarla la Cooperativa ha inventato il sistema del "Mattone sociale", da 5 a 500 euro di valore. «Con i mattoni che portano i nomi di chi ha donato realizzeremo la pavimentazione della zona d’ingresso».
Arca accoglie 58 disabili che ogni giorno frequentano la struttura, venendo da 18 Comuni. 

Galleria fotografica

La "casa di Marina" a Cardano 4 di 10
di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 agosto 2012
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La "casa di Marina" a Cardano 4 di 10

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.