La sciabola non tradisce: bronzo per l’Italia

La squadra di Montano, Tarantino, Occhiuzzi e del giovane Samele batte la Russia e conferma il piazzamento di Pechino. Sesta medaglia dalla pedana sulle dodici totali

Dodicesima medaglia per l’Italia alle Olimpiadi di Londra e, manco a dirlo, arriva anche questa dalla scherma. Stavolta tocca agli uomini e in particolare alla squadra di sciabola che nella finale per il terzo posto supera d’impeto la Russia 45-40 e si mette al collo un bronzo che conferma quello rimediato quattro anni fa a Pechino.
Ancora una volta a trascinare gli azzurri ci ha pensato Aldo Montano: sua l’ultima stoccata in finale (nel 2008, sempre con i russi, fu fenomenale), sua soprattutto la clamorosa rimonta nei quarti contro la Bielorussia, superata all’ultimo assalto 45-44 con un parziale di cinque stoccate consecutive. L’olimpionico di Atene, arrivato in Gran Bretagna dopo aver patito uno strappo muscolare che aveva messo in dubbio la sua partecipazione ai Giochi, sale quindi sul podio con i compagni di squadra Diego Occhiuzzi (argento individuale), Luigi Tarantino e Luigi Samele. Quest’ultimo, partito come riserva ed esordiente alle Olimpiadi, è stato determinante quando è subentrato al veterano Tarantino (cioé dopo il ko in semifinale con la Corea del Sud) oggi non nella migliore giornata. Il 25enne di Foggia ha prima recuperato quattro punti a Reshetnikov, poi ha superato 6-4 Yakimenko e poi controllato Kovalev, consegnando il match ball a Montano con quattro lunghezze di vantaggio.
Quella odierna è come detto la medaglia numero 12 per l’Italia, la sesta della scherma che è sempre più la disciplina principe di questi Giochi londinesi per la spedizione azzurra.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.