Lavoratori in nero, chiusi due parcheggi “a lunga sosta”

I controlli nel corso della settimana appena passata: in cinque strutture c'erano dieci addetti non regolari. In due casi la violazione era particolarmente grave e ha comportato la chiusura

Dopo i controlli e le denunce sulle autorizzazioni a svolgere l’attività, questa volta i parcheggi privati intorno a Malpensa fanno notizia per il lavoro nero: Ispettorato del Lavoro e Carabinieri hanno scoperto in cinque diversi parcheggi ben dieci lavoratori in nero, che in alcuni casi erano una parte consistente degli addetti al lavoro nelle strutture.

I controlli risalgono ai giorni scorsi e hanno riguardato la zona di Somma Lombardo e frazioni, dove sono molti dei parcheggi "a lunga sosta" a servizio dei viaggiatori diretti a Malpensa. Nel periodo delle ferie estive, con il picco delle richieste di sosta, i parcheggi si trasformano in una vera miniera d’oro: e così alcuni gestori approfittano per cercare spazi non autorizzati, allargare le aree di sosta, ma anche per usare personale in nero per aumentare i profitti. Gli accessi ispettivi effettuati in cinque parcheggi hanno infatti consentito di individuare nel complesso dieci dipendenti “in nero”: l’attività imprenditoriale di due dei parcheggi controllati è stata sospesa, perchè la presenza di lavoratori non dichiarati era superiore al 20% del totale della forza lavoro. In totale sono state comminate sanzioni amministrative per 28mila euro circa.

Il titolare di una di tali attività è stato, tra l’altro, denunciato per aver illecitamente installato ed attivato un impianto di telecamere in violazione dell’art. 4 della legge 300 del 1970, che comporta il controllo a distanza dell’attività dei lavoratori addetti all’unità produttiva aziendale. È ancora in corso di quantificazione l’entità complessiva dei contributi all’ INPS e i premi all’INAIL che i controllati dovranno versare.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.