Mangia, bevi e bici: secondo atto della pedalata gastronomica

Tutto è pronto per la 2a edizione: appuntamento domenica 9 settembre a Ispra, per un percorso che tocca anche i comuni di Ranco, Angera, Taino e Sesto Calende

Mangia, bevi e biciMangia, bevi e bici, atto secondo: tutto è ormai pronto per la seconda edizione della pedalata enogastronomica sul Lago Maggiore, organizzata dall’Asd Isperia, in collaborazione con la LibEreria e la Bottega del Romeo: in sintesi, l’anima cicloturistica del Basso Verbano.

Appuntamento per domenica 9 settembre a Ispra, per un percorso che tocca anche i comuni circostanti di Ranco, Angera, Taino e Sesto Calende. Un percorso molto suggestivo, tutto da pedalare in totale relax, con un itinerario all’insegna della buona tavola. Alle soste gastronomiche, nelle quali gustare le proposte sfiziose di produttori e ristoratori locali, si aggiunge la possibilità di visitare e conoscere il Museo dei Trasporti Ogliari di Ranco, il Museo archeologico Mario Bertolone di Angera, l’oasi naturalistica della Bruschera, l’antica chiesetta di Cheglio e la collezione privata Bianchi, degli antichi mestieri, di Capronno: quattro realtà che sono il clou di un itinerario culturale all’interno del percorso gastronomico.

Attraverso un anello di 30 chilometri (con possibilità di un percorso più breve), la “Mangia, bevi e bici” è un invito per tutti, a vivere e a scoprire in bicicletta un angolo di Lago Maggiore attraverso boschi, strade secondarie e sterrate facili, centri storici, chiese e musei.

Alessandra Doridoni, organizzatrice dell’evento, sottolinea come l’idea, nata nel 2011 abbia raccolto consensi e, soprattutto, il contributo e la collaborazione di numerosi enti e istituzioni della zona: «Da piccolo evento, la Mangia, bevi e bici sta diventando un appuntamento importante grazie anche alla collaborazione concreta delle amministrazioni comunali di Ispra e Angera. Tuttavia sono in tanti ad aver sposato la nostra filosofia: devo ricordare, in particolare, a Ispra l’Anpi, l’associazione commercianti ispresi e l’ufficio Iat; ad Angera c’è anche la fattiva collaborazione della Pro loco e dello Iat. A Ranco, è d’obbligo un ringraziamento alla dottoressa Ogliari del Museo dei Trasporti. Su Taino, abbiamo l’appoggio, oltre che dell’amministrazione comunale, anche della parrocchia e della Pro loco: una bella dimostrazione di come si dovrebbe fare rete per valorizzare il nostro territorio. Con una piccola iniziativa, senza grandi costi. E, a livello nazionale, abbiamo addirittura ricevuto la collaborazione del Touring Club italiano, che ringrazio per aver capito la filosofia della manifestazione».

La LibEreria che il 9 settembre opererà all’unisono con l’Asd Isperia è di fatto una piccola impresa privata che cerca di valorizzare turisticamente e culturalmente il Basso Verbano: «La bicicletta è l’elemento che ci contraddistingue e le nostre proposte a pedali sono inviti a scoprire (o a riscoprire) un territorio che ha una sua tipicità, sia ambientale, sia culturale: possiede risorse che, se valorizzate attentamente e con dedizione sincera, possono diventare molto interessanti anche per l’economia locale. La Mangia, bevi e bici è l’appuntamento più importante di un calendario di eventi che, durante il 2012, hanno portato cicloturisti e pedalatori locali a meglio apprezzare il basso Verbano, la sua natura, la sua bellezza, la sua cultura e i suoi sapori».

Le iscrizioni alla Mangia, bevi e bici sono aperte e devono essere effettuate entro le ore 12 di venerdì 7 settembre. La quota di partecipazione è di 28 euro per gli adulti (con diritto a quattro portate, più omaggi) e di 15 euro per i minori di 15 anni. Info presso La LibEreria nella Bottega del Romeo, piazza San Martino, Ispra, tel. 0332/780285, cell 348 8516760 e info@bottegadelromeo.com. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.