Minacce scritte sul muro e molestie, in manette per stalking

Numerose denunce della donna 46enne fino all'arrivo dei carabinieri dopo l'ennesimo episodio sotto casa. L’uomo è stato portato presso il Carcere di Varese

Un 44enne di Monvalle è finito in manette con l’accusa di stalking per atti persecutori. I fatti risalgono a martedì sera. Alle 23 è giunta alla Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Luino una telefonata di un cittadino che segnalava, a Castello Cabiaglio, la presenza di un uomo intento a minacciare e molestare una donna presso l’abitazione di villeggiatura di quest’ultima.
Immediatamente è scattato l’allarme. Dopo pochi minuti sul posto è intervenuta la pattuglia dei carabinieri di Cuvio che, sul luogo indicato ha trovato il 44 enne e una donna 46 enne.
La donna ha dichiarato di essere l’ex convivente dell’uomo e che quest’ultimo, giunto presso l’abitazione, aveva reiterato minacce e comportamenti molesti nei suoi confronti.

Il 14 agosto scorso la donna aveva denunciato il 44 enne per “stalking”, a causa di vari episodi minacciosi e violenti posti in essere dall’uomo, sempre a castello Cabiaglio, dal 29 luglio al 14 agosto scorsi. Nella giornata del 29 luglio, dopo un litigio avvenuto davanti l’abitazione, l’uomo avrebbe scritto su un muro pubblico prospicente  frasi minacciose con una bomboletta. Il 5 agosto, dopo aver seguito la madre della convivente, incrociando quest’ultima a bordo della propria auto, ha preso a calci la carrozzeria.
Inoltre, sempre secondo la denuncia della donna, le giornate venivano  costellate da innumerevoli sms  molesti. Tutto questo  fino all’episodio di ieri  quando l’uomo si è di nuovo presentato sotto l’abitazione e nonostante il rifiuto avviava la solita routine di messaggi e minacce verbali finalizzate ad avere un incontro con la donna che ormai viveva in uno stato di soggezione. 
Ai polsi del 44 enne sono scattate così le manette. L’uomo è stato portato presso il Carcere di Varese a disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica Massimo Baraldo. Dovrà rispondere di atti persecutori.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.