Moleskine ed Evernote creano il taccuino 2.0

"Evernote Smart Notebook" è l'incrocio tra il taccuino tradizionale e l'uso degli appunti che si può fare su smartphone e tablet

Tutti siamo stati colti dal fascino particolare dei taccuini per gli appunti della Moleskine. Sarà che di simili ne usavano artisti del calibro di Oscar Wilde, Vincent Van Gogh, Pablo Picasso, Ernest Hemingway e Henri Matisse, sta di fatto che è facile cedere alla tentazione di affidare i nostri pensieri allo storico marchio per gli appunti.
Il rischio, però, è che lo strumento venga soppiantato definitivamente dalla diffusione di smartphone e tablet in grado di prendere appunti e contemporaneamente di fare altre mille cose.
Ma l’azienda che produce i taccuini più famosi del mondo non molla e punta sull’innovazione 2.0, in vista di un passaggio importante: è stata infatti avviato il percorso che porterà alla quotazione a Piazza Affari.
E di fronte a queste sfide Moleskine si presenta con una nuova e innovativa tendenza, quella che stringe l’occhio alla condivisione digitale e sociale attraverso la catalogazione digitale e i social network.
Grazie all’accordo con Evernote, uno dei produttori leader di software e applicazioni per l’annotazione digitale, è nato "Evernote Smart Notebook". Un incrocio tra il taccuino tradizionale e l’uso degli appunti che si può fare su smartphone e tablet.
Il nuovo strumento è dotato di una particolare composizione delle linee o dei quadretti sul foglio pensati apposta per per assicurare un’immagine pulita quando vuoi trasferire in immagine digitale il proprio taccuino.
Il funzionamento è semplice:

1. Scrivi, schizza o disegna sull’Evernote Smart Notebook sviluppato in esclusiva da Moleskine.
2. Fotografa una pagina qualsiasi di questo taccuino con la Evernote Page Camera che diventa così immediatamente digitale, in modo da poterla salvare, ricercare e condividere con tutti.
3. Una volta salvate in Evernote, puoi ricercare le tue note manoscritte per parole chiave, tag o semplicemente scorrendole a vista.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.