Mucche torturate, McDonald’s blocca l’acquisto di carne

Un video choc girato da alcuni attivisti del gruppo «Compassion Over Killing», ha fatto il giro del mondo e ha messo nei guai seri un’azienda americana di macellazione bovina: la Central Valley Meat Company in California

 Un video choc girato da alcuni attivisti del gruppo «Compassion Over Killing», ha fatto il giro del mondo e ha messo nei guai seri un’azienda americana di macellazione bovina: la Central Valley Meat Company in California. Mucche picchiate, uccise in maniera violenta e lasciate agonizzare, torturate per essere condotte al mattatoio. L’azienda è stata chiusa dal Dipartimento per l’Agricoltura con l’accusa di crudeltà nei confronti degli animali e sono in corso ulteriori verifiche sulla salute degli animali macellati e sugli eventuali rischi per la salute dei consumatori. Ma la notizia vera è che anche McDonald’s, cliente della macelleria, dopo la diffusione del video, ha annunciato la sospensione dell’acquisto di carne dal quel mattatoio. «Dalle immagini emergono comportamenti che sembrano inaccettabili e non aderenti agli standard che ci chiedono i nostri fornitori» ha spiegato la catena di fast food in un comunicato. Lo stesso Dipartimento per l’Agricoltura, che aveva acquistato dall’azienda 21 milioni di tonnellate di carne nel 2001 per le mense scolastiche, ha sospeso i rifornimenti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 agosto 2012
Leggi i commenti

Video

Mucche torturate, McDonald’s blocca l’acquisto di carne 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.