Niente marca sui pacchetti delle sigarette

L'Alta Corte ha respinto il ricorso delle multinazionali del tabacco. Da dicembre basta loghi e al loro posto immagini per dissuadere dal consumo

Un duro colpo alle multinazionali del tabacco. Esulta l’Organizzazione mondiale della sanità. L’Alta Corte dell’Australia ha respinto il ricorso contro la decisione del Governo di moderare l’uso dei loghi sui pacchetti delle sigarette. Ma c’è di più, quegli stessi notissimi marchi verranno sostituiti da una grafica molto impattante per il consumatore. I pacchetti avranno uno sfondo verde oliva con grandi foto di polmoni malati di tumore e avvisi per la salute.
Il nome dell’azienda produttrice potrà comparire solo stampato piccolo, in un punto e con caratteri stabiliti dalla legge. Le foto invece arriveranno ad occupare il 75% della parte frontale e il 90% della parte posteriore di ogni pacchetto.
L’idea è quella di dissuadere l’uso del tabacco che ogni anno uccide un numero impressionante di persone. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.