Niente sconti per Antonio Conte

Confermata la squalifica di 10 mesi per il tecnico bianconero. Non è stato accolto nemmeno il ricorso di Pesoli che si erta incatenato sotto la Federcalcio. Un punto di penalizzazione per il Novara e 20 mila euro di multa

 Niente sconti per Antonio Conte. La Corte di giustizia federale ha confermato le sentenze di primo grado della Disciplinare respingendo quasi tutti gli appelli presentati. I giudici d’appello hanno confermato la squalifica per 10 mesi e così il tecnico bianco nero non siederà sulla panchina della Juve all’inizio del campionato.  L’ex tecnico del Siena è stato prosciolto per la partita Novara-Siena, ma le accuse sono state invece confermate per Albinoleffe-Siena. Due mesi di riduzione invece al vice di Conte, Angelo Alessio.
Respinti invece i ricorsi della Procura federale per cui Pepe, Bonucci, Belmonte e Salvatore Masiello restano prosciolti per Udinese-Bari. Respinto anche l’appello per Portanova e Di Vaio per Bologna-Bari: resta prosciolto Di Vaio e restano i sei mesi per omessa denuncia a Portanova.
Parzialmente accolto il ricorso del Novara contro la penalizzazione di 2 punti da scontare in questa stagione. La sanzione per il club piemontese passa ad un solo punto insieme ad una ammenda di 20.000 euro. Il Lecce ha visto la conferma della sua esclusione dal campionato di B mentre è stato accolto il ricorso del Grosseto che resta in B. Confermato il proscioglimento di Vives.
Una curiosità: non è stato accolto il ricorso di Pesoli che si era incatenato sotto la Federcalcio. Per lui resta la squalifica di primo grado.  
Questo il comunicato della FIGC – «La Corte di Giustizia Federale presieduta da Gerardo Mastrandrea ha accolto 5 ricorsi di club e tesserati, in alcuni casi parzialmente, contro le sentenze di primo grado emesse dalla Commissione Disciplinare Nazionale in relazione ai filoni del calcio scommesse relativi alle inchieste condotte dalle Procure di Bari e Cremona. Per effetto delle decisioni sono state annullate l’esclusione del Grosseto dal campionato di Serie B e l’inibizione del presidente del club toscano Piero Camilli. E’ stata ridotta da 2 ad 1 punto la penalizzazione del Novara (comminata anche un’ammenda di 20mila euro); è stata parzialmente riformata la decisione su Antonio Conte, prosciolto per la gara Novara-Siena, ma squalificato per 10 mesi in relazione ad Albinoleffe-Siena con una rideterminazione della sanzione rispetto alla decisione della Commissione Disciplinare; parzialmente accolto anche il ricorso di Angelo Alessio, la cui squalifica è stata ridotta a sei mesi. Respinti tutti gli altri ricorsi, compresi quelli del Procuratore Federale Palazzi rispetto ai proscioglimenti decisi in primo grado. Ai procedimenti di appello, le cui udienze si sono svolte nelle giornate di lunedì e martedì, hanno preso parte 23 tesserati e 7 club».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.