Non ricevono gli stipendi, salgono su ltetto

E’ durata qualche ora la protesta, attuata sul tetto della fabbrica, dei lavoratori della Mg impianti elettrici, di via Battisti 10

E’ durata qualche ora la protesta, attuata sul tetto della fabbrica, dei lavoratori della Mg impianti elettrici, di via Battisti 10 a Cassano Magnago.
Gli uomini erano saliti intorno a alle 14,30 sul tetto dell’azienda che si occupa di impianti elettrici, per protestare contro i sette mesi di stipendio in arretrati che i 25 lavoratori dell’azienda devono ricevere dalla proprietà: «Ultimamente siamo stati pagati sempre irregolarmente: tant’è vero che negli ultimi anni abbiamo accumulato, in arretrati, sette mesi di stipendi - racconta Alessio Sagulo, uno dei lavoratori saliti sul tetto – Abbiamo compreso a lungo le ragioni dell’azienda, perchè ci rendevamo conto che la proprietà aveva degli oggettivi problemi, come dicevano, con le banche. Ma ora non possiamo più aspettare: di quei soldi ne abbiamo bisogno come la manna dal cielo e non sappiamo più che pesci pigliare. Io stesso, per carattere, non avrei mai pensato di essere capace di arrivare a tanto: eppure sono salito sul tetto, per disperazione».  Alessio, 34 anni, è da 19 anni al lavoro alla Mg: «E’ stato il mio primo lavoro» ammette. Vive ancora con i genitori «Perchè non mi posso permettere altro» e ora: «Non ho i soldi nemmeno per riparare la macchina, unico mezzo con cui posso venire a lavorare». Intorno alle sedici e trenta, i carabinieri hanno convinto i lavoratori a scendere e sono state avviate dai rappresentanti le prime trattative: «L’azienda ha esposto i suoi problemi, legati anche ai tempi di pagamento delle commesse pubbliche a cui sono legati. Domani faremo un’assemblea straordinaria di tutti i lavoratori, per decidere le azioni colletttive, e non più individuali, da intraprendere» ha dichiarato il rappresentante della Fiom Domenico Lumastro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.