Omaggio a Tom Waits per la fine estate saronnese

Riprende "Saronno sotto le stelle" con un appuntamento musicale dedicato al cantautore americano, per la sera di martedì 28 agosto

Per chi è già rientrato dalle ferie o per chi è rimasto in città riprende "Saronno sotto le stelle" con due appuntamenti musicali dedicati al jazz: martedì 21 e martedì 28 agosto.

Martedì 28 agosto – ore 21.30
Laura Fedele in:
87 TASTI – storie di vita e canzoni di Tom Waits
Soggetto | Jacopo Boschini e Laura Fedele, da un’idea di Laura Fedele
Testo | Jacopo Boschini e Laura Fedele
Regia | Jacopo Boschini
Con | Laura Fedele, voce, pianoforte e fisarmonica
Stefano Dall’Ora, contrabbasso
Gio Rossi, batteria

87tasti e Denny.
Due vite, due storie.
Denny, che ha dato fuoco al suo passato, che ha perso le sue lacrime, e che si si sente un fallito ancora prima di averci provato.
87tasti che, invece, ha un grande talento. Ha suonato con i migliori, ha sempre creduto che musica e vita fossero la stessa cosa, fino a quando una lenta e triste decadenza lo porta ad una polverosa solitudine.
Le loro storie corrono su binari convergenti, sfiorano vite di camionisti dall’animo filosofico, di cameriere e prostitute che sognano una vita migliore, di barboni fatti d’ombra e tristi frequentatori di bordelli. Binari che si perdono in un labirinto di strade, tavole calde, motel da pochi dollari, fino ad intrecciarsi davanti alla vetrina di un banco dei pegni.
Lo spettacolo è stato selezionato tra i 5 finalisti del bando FUORI! del Festival Pergine Spettacolo Aperto 2010.
La prima forma di 87tasti è stata quella di un cd, Pornoshow, nel quale Laura Fedele ha tradotto in italiano ed interpretato alcune delle canzoni più belle di Tom Waits.
Ma per Laura Fedele, Tom Waits ha sempre sempre rappresentato qualche cosa di più che un cantautore: per lei Tom Waits è un modo di vedere, e soprattutto di sentire, il mondo. Per questo ha deciso di trasformare Pornoshow in uno spettacolo teatrale avvalendosi della collaborazione di Jacopo Boschini -regista e drammaturgo- nel quale, attraverso il susseguirsi, e il compenetrarsi, di monologhi e brani musicali, vivono i temi ricorrenti del ricco immaginario waitsiano: la strada, la notte con le sue ombre, il jazz, gli eccessi, l’inquietudine del vivere e anche quella del non vivere.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.