“Preoccupati per il futuro dell’ospedale, vogliamo un incontro pubblico”

Gli amministratori comunali si dicono allarmati da alcune voci: “Capiamo ci possano essere dei tagli, ma vogliamo essere coinvolti nelle decisioni”

«Siamo preoccupati per il futuro dell’ospedale di Tradate e chiediamo alla dirigenza ospedaliera di partecipare a un incontro pubblico per incontrare i cittadini». La richiesta arriva direttamente dall’amministrazione comunale, per voce dell’assessore ai servizi sociali, Luigi Luce, che sottolinea: «Circolano voci sempre più insistenti e preoccupanti sulla situazione del Galmarini -. Capiamo che possano essere solo voci, ma abbiamo anche altri tipi di riscontro, e vorremmo invitare il direttore generale Armando Gozzini a partecipare a un incontro pubblico e spiegare quale programmazione vi sia per il futuro del nostro ospedale, quali sono le strategie di sviluppo e quale è la mission del nostro ospedale».

L’incontro, una volta ottenuta la conferma da parte di Gozzini, direttore generale dell’azienda ospedaliera che riunisce i nosocomi di Busto Arsizio, Saronno e Tradate, si dovrebbe svolgere nel mese di settembre. «Siamo tutti d’accordo sull’ottimizzazione dei servizi sanitari e sulla razionalizzazione della spesa sanitaria – prosegue Luce -, ma ciò va fatto con criterio e non guidati da logiche che poco hanno a che fare con la tutela del diritto alla salute. Siamo pronti a intraprendere qualsiasi azione a difesa e a salvaguardia del nostro ospedale».

Della stessa opinione anche il sindaco Laura Cavalotti: «L’ospedale Galmarini è una realtà importante per i servizi che ha. Nell’azienda ci saranno sicuramente dei tagli ma devono essere condivisi con gli altri ospedali. Vogliamo essere coinvolti nella riorganizzazione dell’azienda».
Gli amministratori comunali non si sbilanciano però sulle “voci” che hanno sentito e che hanno destato la loro preoccupazione. Luce non entra nel dettaglio e preferisce rispondere che «siamo preoccupati ma il perché lo diremo durante l’incontro pubblico. Parlare adesso senza l’interlocutore principale ci sembra fuori luogo».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.