Sanfelice risponde a Capellano: “Noi facciamo l’interesse dei cittadini”

Il capogruppo Idv replica ai consigli del collega del Pdl

Il capogruppo dell’Italia dei Valori in consiglio comunale a Samarate,  Eliseo Sanfelice, replica ai consigli del capogruppo Pdl Massimo Capellano

Sicuramente farò tesoro dei consigli dell’amico Cappellano, ma due precisazioni vanno fatte:
sia che il Movimento a 5 Stelle sia creato da cittadini samaratesi o da persone che vengono da fuori,sarà sempre un esempio di una bellissima DEMOCRAZIA, il gioco corretto e trasparente a cui noitutti (o quasi) abbiamo deciso di partecipare. Certo, presentandosi alle elezioni il M5S porterà via voti all’ Idv e non solo, ma sarà il voto dei Cittadini e non dei partiti: un concetto difficile da comprendere per dei Berlusconiani, ma garantisco che sarà proprio così!

In base alla riforma elettorale dei comuni, che ha ridotto il numero dei consiglieri, noi dell’Idvsiamo coscienti del fatto che difficilmente potremo ancora essere presenti in Consiglio Comunale,ma ciò nonostante andremo ugualmente al voto a Samarate per togliere la nostra città dall’immobilismo in cui voi l’avete collocata. QUESTO VUOL DIRE FARE IL BENE DEI CITTADINIE E NON GUARDARE SEMPRE E SOLO AL PROPIO INTERESSE.

Essere accusati di demagogia sui dipendenti delle farmacie, da parte di chi a livello nazionale ha votato la Riforma FORNERO, può essere solo un complimento! Credo fermamente nella tutela dei lavoratori e della loro serenità in questi momenti difficili, e sorvolo sull’infelice uscita brunettianarelativa ai dipendenti comunali, motivo spinoso di un ulteriore dibattito.

L’Idv non è voluta o presa in considerazione dalle altre forze di minoranza? Beh, è solo lo specchio di un isolamento nazionale, di chi coraggiosamente non guarda né a destra né a sinistra e nemmenoa futuribili posti al sole. E’uno sguardo pulito rivolto solo al bene dei cittadini e dei loro effettivi interessi. L’Idv non deve piacere n’è al PD n’è al PDL o alla Lega, ma deve dire e dirà solo cose di buon senso, anche se possono irritare altri partiti e i rispettivi manovratori.

Non credo che per questo la mia stima per il collega Cappellano, per il Sindaco Tarantino o per altri colleghi di opposizione e di maggioranza possa essere considerata immutata, anzi penso che all’interno del Consiglio Comunale di Samarate ci siano persone veramente in grado di fare la differenza e che abbiano dato molto a livello personale (Bosello, Bossi, Cecchin, Macchi,Testa,Verga e altri ancora), ma è cosa ormai palese di quanto la nostra Città abbia un bisogno urgente di realizzare progetti, accantonando litigi e divergenze, e se la critica, la denuncia o il voto sono la soluzione, bene! Poco importa se il futuro politico circoscritto a Samarate vedrà l’inevitabile assenza mia e dell’Idv in Consiglio Comunale.

Qui riporto una frase di Riccardo Lombardi, a cui da sempre si ispira il mio agire politico. Parole che orientano a criteri di efficienza e “pulizia”, a vantaggio della classe operaia e senza schemi sociali precostituiti. Un messaggio che punta dritto al nocciolo dei problemi, al di là del “fumo” politico che pure amava aspirare come il fumo della sua pipa: «Io non giudico un partito politico dal suo programma, che è sempre qualcosa di astratto ed esangue, ma dall’atteggiamento che esso tiene su quei due o tre problemi essenziali che si presentano in ogni fase decisiva; dal risalto, dallo spicco che esso sa dare alle soluzioni concrete dei problemi posti dalla situazione».

Qui di seguito stigmatizziamo quello che noi dell’Idv intendiamo per alleanze future, per voce del nostro Segretario, e a voler essere accorti forse tutta questa paura di essere isolati non si vede.

ROMA, 8 AGO – ”L’alleanza di centrosinistra di cui parla Bersani non esiste più, perché il suo partito appoggia le politiche del governo Monti che sono antitetiche rispetto alle politiche progressiste che invece continua a sostenere l’Idv” […] “Noi” – aggiunge Di Pietro – “cercheremo di costruire alleanze alternative alla destra berlusconiana e al governo Monti che sta indebolendo il paese con le sue politiche sul lavoro inadeguate e penalizzanti per i più deboli”. […] ”Un’alleanza con chi appoggia Monti e intenda proseguire queste politiche anche nella prossima legislatura”, conclude, “per noi e’ impossibile’”.E realisticamente sostiene: “Meglio fare le alleanzesu fatti concreti che su fotografie immaginifiche come fa Casini, perciò l’Idv "vuole costruire un’alleanza programmatica con le associazioni, i movimenti, le liste civiche e anche con quei partiti che vogliono sottoscrivere con noi un programma alternativo alla destra berlusconiana, ma anche al governo Monti che sta indebolendo il paese". A chi gli chiede se in questa coalizionepossa confluire anche il movimento di Beppe Grillo, il leader Idv risponde: "Il Movimento 5 stelle ha deciso di andare da solo e va rispettato perché è un movimento di protesta, l’Idv oltre alla protesta rappresenta un’alternativa di governo". Per Di Pietro ormai è "impossibile costruire un’alleanza con il centrosinistra che intende continuare la politica del governo Monti", anzi a suo avviso "non esiste più l’alleanza di centrosinistra di cui parla Bersani perché il Pd appoggia le politiche di Monti che sono antitetiche ad un programma progressista e si è visto anche ieri sul voto di fiducia alla spending review sulla quale ci sono stati tanti mal di pancia all’interno del PD".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.