Seconda Divisione: Pro Patria ma non solo

Domenica 2 settembre inizierà il campionato che vedrà protagonista la squadra di Firicano. Alessandria, Venezia, Rimini, Savona e Casale le pretendenti alla vetta

Il campionato è alle porte e la Pro Patria è pronta ad aprire i cancelli dello “Speroni” per la prima giornata di campionato, che vedrà i tigrotti opposti al Savona. 

I biancoblu, sotto la guida del nuovo mister Aldo Firicano, vorranno ripetere lo splendido campionato della passata stagione, quando Serafini e compagni raccolsero la bellezza di 71 punti, più di tutte le concorrenti, purtroppo al netto dei punti di penalizzazione, che non permisero alla Pro di raggiungere i playoff. 

PRO PATRIA –
L’ossatura della squadra è rimasta la stessa della scorsa stagione, forte delle conferme di uomini di categoria superiore come Polverini, Nossa, Bruccini, Vignali, Serafini, Cozzolino e Giannone (nella foto), che dovrebbe rimanere a Busto, salvo sorprese dell’ultimo minuto. Il punto forte della formazione biancoblu è senza dubbio l’attacco, con il puntello di Nicola Falomi, che si candida come valido rimpiazzo per i tre “intoccabili” Giannone, Serafini e Cozzolino. Il rientro di Calzi dalla Reggiana e la conferma di Vignali sistemano il centrocampo, mentre in difesa i due veterani centrali Nossa e Polverini saranno le colonne portanti. Tra le avversarie da temere per l’alta classifica ci sono Alessandria, Casale, Venezia, Savona e Rimini.

ALESSANDRIA – In panchina c’è Giovanni Cusatis, ex trainer tigrotto e con lui hanno percorso la strada da Busto anche Mora e Gambaretti. I grigi sono una società ambiziosa, oltre che dalla grande tradizione e vorranno dimostrarlo sul campo. Tra i difensori c’è anche un altro ex tigrotto, Mirko Barbagli, che passo da via Ca’ Bianca nella sfortunata stagione 2009-2010. Gli alessandrini hanno tutto per fare bene e ripagare le spese fatte dalla dirigenza, oltre a riconquistare l’amore di un pubblico caldo ma raffinato, che lo scorso anno non si riconosceva nella squadra spenta e senza motivazioni vista in campionato.
 
CASALE – La squadra guidata da Paolo Rodolfi ha dimostrato di essere una delle pretendenti all’alta classifica con un precampionato di tutto rispetto, collezionando buoni risultati e giocando un calcio molto concreto. La Pro ha già perso una volta quest’anno contro i nerostellati, in Coppa Italia nel primo impegno ufficiale stagionale, cadendo in casa 1-0. I piemontesi hanno passato il primo turno vincendo il girone A battendo anche il Valle d’Aosta, neo promosso, con un secco 2-0.
 
VENEZIA – La voglia di risalire in fretta dopo il fallimento c’è e la strada imboccata sembra quella giusta. I lagunari ritornano tra i professionisti dopo il limbo serie D e lo fanno con tanta ambizione e delle buone basi economiche, che hanno permesso ai arancioneroverdi di mettere a segno colpi importanti come il portiere ex Varese Mathieu Moreau (nella foto) e la punta ex Triestina Denis Godeas. Il mister è Diego Zanin, che con il Treviso in due anni è salito dalla serie D alla Prima Divisione.
 
SAVONA – Sarà la prima avversaria della Pro e promette di mettere subito in seria difficoltà la squadra di Firicano. La formazione di Ninni Corda (foto della gara dello scorso anno allo "Speroni") ha dimostrato già in coppa di essere una delle principali candidate al primo posto, superando con un netto 4-1 in trasferta il Pavia. Dalla scorsa primavera, che ha visto i liguri ad un passo dal fallimento ad oggi le cose sono molto cambiate e l’entusiasmo potrebbe essere un’arma in più.

RIMINI –
Un’altra squadra dal grande blasone che riparte dalla finale playoff persa contro il Cuneo a giugno. La squadra è stata puntellata con qualche giocatore di qualità, tra cui Taddei, fantasista di primo ordine per la categoria e capace di fare la differenza. Alla guida dei biancorossi c’è Luca d’Angelo (nella foto con Cusatis), che ha già saputo far vedere di essere uno dei migliori tecnici della Seconda Divisione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.