Serie B al via: Padova e Verona le squadre da battere

Venerdì 24 agosto parte il campionato cadetto: tante squadre rinnovate, in pochi hanno speso tanto, in molti puntano sui giovani. Il Varese parte in prima fascia, occhio al ricco Spezia neopromosso

Pronti, partenza, via! Col mercato che incombe e gli ultimi colpi in attesa di essere formalizzati (c’è tempo fino alle 19 del 31 agosto), il campionato di serie B ricomincia. Un campionato senza grandi nomi e senza favorite assolute, con qualcuno (pochissimi) che ha speso tanto e tanti altri che hanno deciso di puntare sui giovani. Si riparte alle 20.45 di venerdì 24 agosto con Modena-Hellas Verona. Come sempre, proviamo a dare i voti al campionato in base a come si sono mosse le squadre sul mercato, facendo una sorta di griglia tra favorite, possibili sorprese, outsider e incognite, provando a indovinare come andranno le cose nel campionato più pazzo del mondo

FAVORITE

PADOVA: Il presidente Cestaro aveva promesso un ridimensionamento, ma col passare dei giorni deve aver cambiato idea. Nuovo allenatore in panchina, Fulvio Pea, squadra molto rinnovata e rinforzata: l’esperto Piccioni e il giovane Feltscher in difesa, il baby Viviani dalla Roma in mezzo al campo, Granoche e Babacar in avanti sono i colpi migliori per una squadra pronta a puntare alla promozione sfuggita per due stagioni di fila ai playoff  

HELLAS VERONA: Il direttore sportivo Sean Sogliano ha dato a mister Mandorlini una fuoriserie. Tanti acquisti mirati per fare il salto che tutta la piazza si aspetta. Rivas, Carrozza, Grossi, Bacinovic, Crespo, Moras, Cocco, Martinho, Calvano sono acquisti di livello assoluto, e non è finita qui. Squadra sulla carta fortissima

CESENA: Inserita in alto di diritto in quanto appena retrocessa, la squadra romagnola ha cambiato tantissimo. In panchina c’è il fratello del presidente, che ha comprato tanto e bene, liberandosi dei nomi che non hanno dato quanto si sperava lo scorso anno in serie A (Mutu su tutti). Brandao e Caldirola dietro, Iori a centrocampo e Succi in attacco sono solo le perle di una campagna acquisti alla quale manca solo la ciliegina sulla torta

NOVARA: Stesso discorso del Cesena. La squadra di mister Tesser punta a risalire subito e lo vuole fare con una solida base e nuovi innesti di qualità: Piovaccari e il ritorno di Gonzalez sono colpi importanti, così come l’arrivo di Barusso e Buzzegoli a centrocampo, mentre in porta c’è la sicurezza del giovanissimo Bardi. Se resta, sarà Jensen il valore aggiunto di una rosa competitiva

OUTSIDER

SPEZIA: Da neopromossa vuole continuare a stupire. Tanti i grandi acquisti messi a disposizione di mister Serena dal facoltoso presidente Volpi: Di Gennaro è la perla, ma anche Okaka, Sansovini in attacco, Porcari, Bovo, Crisetig  e Sammarco a centrocampo, Schiavi in difesa. Arriverà un’altra punta di livello: i liguri possono fare il colpaccio

VARESE: I biancorossi si sono mossi bene sul mercato, cambiando poco e rimpiazzando con acquisti mirati le partenze. Carrozzieri in difesa è potenzialmente uno dei migliori della categoria, Kink e Oudamadi sugli esterni possono stupire e davanti c’è De Luca che può esplodere da un momento all’altro. Manca un centrale di centrocampo, ma arriverà

JUVE STABIA: I campani hanno sorpreso lo scorso anno e promettono battaglia in questa stagione. Sono arrivati buoni puntelli innestati su una base solida e rodata: Bruno in attacco è una sicurezza in serie B, quando rientrerà dalla squalifica Cellini dovrà dimostrare di essere quello bello visto a Modena e non la brutta copia sopportata a Varese, Acosty e Agyei sono due giovani da tenere sotto controllo

BRESCIA: Sottotraccia sul mercato, Corioni ha pensato più a vendere che a comprare, ma con il settore giovanile delle rondinelle si può fare bene. Tornato Andrea Caracciolo, in avanti occhio al baby Mitrovic, arrivato dal Chelsea con grandi aspettative. Rossi e Kone in mezzo al campo sono due cavalli di ritorno purosangue. Manca qualcosa, ma i lombardi di Calori possono stupire

REGGINA: I calabresi sembrano ridimensionati, ma con Foti non si sa mai. Il nuovo allenatore Dionigi ha una squadra formata da tanti giovani: occhi puntati in attacco su Comi del Milan, figlio d’arte di cui si parla un gran bene. Ottime le conferme a centrocampo e in difesa, con Ceravolo che farà da chioccia ai ragazzini in rampa di lancio

MODENA: Bel mercato, nonostante gli adii di Cellini e Di Gennaro. Pagano e Surraco sugli esterni sono acquisti di valore per mister Marcolini, chiamato alla prima esperienza su una panchina di prima squadra. Dalla Bona e Signori in mezzo sono due certezze, Colombi in porta è una bella scommessa con buone probabilità di vittoria

PRO VERCELLI: I grandi colpi arriveranno a campionato iniziato. Caserta e Tiribocchi saranno le classiche ciliegine su una torta già piuttosto succulenta: Caridi è un acquisto sicuro, Zigoni prima o poi esploderà. I piemontesi possono fare molto bene

INCOGNITE

BARI: Il -5 in classifica pesa come un macigno e sul mercato i pugliesi non hanno fatto granché. Iunco è un giocatore che in B può cambiare i valori, Grandolfo un giovane che può esplodere come Bellomo, Caputo una certezza in avanti

CROTONE: Mister Drago avrà a disposizione la stessa squadra dello scorso anno, senza Florenzi. Caetano Calil probabilmente resterà, Gabionetta è un’incognita: i due brasiliani sono le punte di diamante di una rosa ricca di punti di domanda

CITTADELLA: Pochi puntelli per mister Foscarini. Scommettiamo su Maah e Biraghi, oltre che sul lavoro che l’allenatore dei veneti porta avanti da anni con successo, ma nel complesso sembra manchi qualcosa

EMPOLI: Tavano e poco altro. I toscani ripartono da Sarri in panchina dopo la salvezza raggiunta in extremis lo scorso anno. Via Stovini, c’è Pratali a fare da chioccia in difesa, con tanti giovani da lanciare e poche certezze

LIVORNO: Si attende la fine del mercato per completare la rosa. Al momento con Dionisi e Paulinho davanti si può sperare in qualcosa di buono, ma in generale i toscani non sembrano una corazzata

SASSUOLO: Dal mercato potrebbero arrivare i colpi last minute per risalire la china (i ritorni di Catellani e Boakye sembrano fatti). Troianiello e Missiroli sono due grandi nomi per la serie B, ma nel complesso gli emiliani non sembrano al livello degli anni passati

ASCOLI: Silva deve provare a fare un altro miracolo, questa volta senza il macigno dei punti di penalizzazione. Soncin è una punta di categoria, ma intorno a lui non c’è molto. Preso Russo dal Verona, manca qualche puntello qua e là per sperare in qualcosa di più di una salvezza col patema d’animo

IN BILICO

GROSSETO: Il caso calcioscommesse pesa eccome. Per ora Sforzini è rimasto, ma le sirene continuano a farsi sentire. Intorno alla punta (un lusso per la serie B) c’è proprio pochino però…eccezion fatta per Crimi a centrocampo

LANCIANO: Fare la serie B con la stessa squadra della Lega Pro non è facile. Mister Gautieri ci prova, ma sarà durissima salvarsi senza innesti di categoria

TERNANA: Stesso discorso del Lanciano, con in più una piazza calda che pretende e si fa sentire. Alfageme è un bell’acquisto, ma mancano giocatori in grado di far fare il salto di qualità

VICENZA: Inevitabile che farà fatica soprattutto all’inizio. Ripescata all’ultimo col Lecce in Lega Pro, la rosa è da completare in tutti i reparti

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.